Padiglione Francia Il lato giocoso della scienza

Alla XXII Triennale di Milano

Padiglione Francia Due progetti presentati all’interno del Padiglione Francese della XXII Triennale di MilanoDe la pensée au visible. Design As A Large Ring” svelano il lato giocoso ed esoterico della scienza.

Pétrification 

È un nuovo metodo di produzione che consente la trasformazione di forme cellulosiche (carta, legno, cartone, pasta di carta, corda, piante, ecc.) in roccia. Trasforma la materia da organica a inorganica. In questo senso, apre la strada ad un artigianato della ceramica innovativo ed accessibile, basato su tecniche di modellazione conosciute da tutti. Passando dalla pianta alla pietra, dal vivente al non vivente, da un materiale costituente della crosta terrestre ad uno artificiale, il processo ha una portata simbolica, rievocando miti, fantasmi e romanzi di fantascienza che ci fanno riflettere sulla relazione tra perenne e deperibile.

 La pietrificazione è uno dei processi chiave dell’archeologia; la produzione di artefatti pietrificati ci fa entrare in risonanza con l’era geologica dell’Antropocene.

Che traccia lasceremo dopo la nostra estinzione?

 Il progetto Pétrification è stato sviluppato in 4 anni da Emile De Visscher nell’ambito del programma di ricerca SACRe de l’Université de Paris Sciences et Lettres e l’Ecole national supérieure des Arts Décoratifs, in partnership con Chimie ParisTech e il Collège de France.

Una “superficie funzionalizzata” è una superficie che è stata progettata per interagire con il suo ambiente attraverso una modifica impercettibile della sua struttura. Ad esempio, una superficie super-idrofoba è una superficie molto difficile da bagnare, sulla quale l’acqua scorre rapidamente e non viene mai assorbita, come avviene per la foglia di loto. Questa qualità apparentemente impercettibile rivela una struttura complessa al microscopio: una consistenza granulosa che riduce al minimo l’adesione delle gocce.  

Padiglione Francia Juliette Gelli e Raphaël Pluvinage 

Water Tower è un set di costruzioni per costruire circuiti di gocce d’acqua progettato da Juliette Gelli e Raphaël Pluvinage presso il Charles Sadron Institute (ICS, CNRS, Strasburgo).

 I mattoncini in gesso sono ricoperti da un polimero super-idrofobo – un fenomeno chiamato anche “Effetto Loto” – su cui le gocce scivolano. Tornanti, scanalature, looping: la combinazione dei diversi blocchi permette al giocatore di creare il proprio percorso e di sfidare un fenomeno fisico invisibile ad occhio nudo. Frutto della collaborazione tra designer e ricercatori, questo oggetto interattivo è uno strumento di mediazione che rende alcuni delle ricerche dell’Insitut Charles Sadron (ICS) accessibili ad un vasto pubblico. I primi circuiti furono realizzati nel 2017 in occasione della Fête de la Science a Strasburgo.

I due progetti

I due progetti si inseriscono nella proposta francese “De la pensée au visible. Design As A Large Ring” che si focalizza su 9 progetti concreti, prospettici e urgenti che invitano ad immaginare un nuovo modo di concepire, mettendo l’accento sull’importanza della relazione tra pensiero e progetto, nozione che appartiene ad un certo esprit francese ma anche al design come disciplina. Quando si affrontano progetti complessi riguardanti questioni ambientali e umane, la ricerca deve operare su piani temporali diversi per pensare a trasformazioni future. Questo non cambia la natura della disciplina ma alza la sua posta in gioco, le sue missioni e i suoi metodi. Designer, architetti e urbanisti sviluppano quindi altri approcci – testuali, sperimentali, antropologici, mediatici e digitali – in situ o in laboratorio – per elaborare nuove modalità di progettazione, modificando i paradigmi della produzione. Non forniscono beni per il mercato, ma spunti di riflessione per la progettazione del futuro.

Padiglione Francia La XXII Triennale di Milano ”Broken Nature : Design Takes on Human Survival” 

Aperta dal 1° marzo al 1° settembre 2019, a cura di Paola Antonelli – Senior Curator del Dipartimento di Architettura e Design e Direttore del reparto di R&S del MoMA di New York– rappresenta un’occasione importante per riflettere sul rapporto tra uomo e ambiente e su come il design stia evolvendo influenzando tutti gli ambiti delle nostre vite, ma anche sul contributo che può offrire allo sviluppo futuro della società contemporanea.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .