Francesco Cossiga a Buonasera Presidente

Uno dei Presidenti della Repubblica più discussi su Rai Storia

Rai StoriaÈ stato uno dei Presidenti della Repubblica più discussi e di lui parla, per la primna volta, la figlia Anna Maria. Francesco Cossiga , interpretato da Antonello Fassari e intervistato dal giornalista Filippo Ceccarelli, è il protagonista di  “Buonasera Presidente”,  la ducu-fiction coprodotta da Anele e Rai Storia, realizzata da Anele, in onda questa sera alle 21.10 su Rai Storia. Sassarese, enfant prodige, già ministro dell’interno durante il rapimento Moro, è un attento conoscitore della macchina dello Stato, dell’apparato militare e dei servizi segreti.

Il picconatore

La sua Presidenza – dal 24 giugno 1985 al 28 aprile 1992, quando rassegna le dimissioni – è divisibile in due periodi ben distinti: nella prima fase, Francesco Cossiga interpreta la figura di Presidente in modo discreto, più un notaio dello Stato che non un protagonista. Poi tutto cambia, Cossiga inizia ad esternare, si toglie “i sassolini dalle scarpe”: inizia la fase del Presidente “picconatore“. È il 1989: il muro di Berlino è crollato e il mondo non sarà più lo stesso. Per farsi ascoltare Francesco Cossiga alza la voce, provoca, insulta, manda messaggi contraddittori; nessuno lo ascolta, lo credono pazzo, tira aria di impeachment. Inseguito, così spiegherà il suo comportamento: “il muro era crollato ma nessuno aveva capito che era crollato anche su di noi”. Visionario e acuto osservatore, ha sicuramente fiutato l’aria di una grande tempesta, alla fine del suo mandato: è il 1992, Tangentopoli sta per scoppiare.

Buonasera Presidente

La docu-fiction “Buonasera Presidente”, realizzata con la consulenza editoriale di Filippo Ceccarelli e quella storica di Sabino Cassese e Alberto Melloni, è prodotta da Gloria Giorgianni, ideata e scritta da Filippo Ceccarelli, Alessandra Cravetto, Marco Dell’Omo, Giacomo Faenza e Davide Minnella, diretta da Giacomo Faenza e Davide Minnella. 


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .