Leonardo L’uomo che salvò la scienza

La sua proiezione mentale verso il futuro

Leonardo Leonardo Da Vinci è passato alla storia sia per la sua arte pittorica sia per le sue invenzioni. Un personaggio raccontato da Alessandro Barbero in “ Leonardo . L’uomo che salvò la scienza ”, in onda questa sera alle 22.10 su Rai Storia. Nei suoi quaderni sono conservati centinaia di dettagliatissimi modelli di invenzioni. Eppure, su manoscritti precedenti, i ricercatori hanno scoperto disegni e trattati che precorrono molte delle invenzioni attribuite a Leonardo .

Fu plagio ?

Il sistema di respirazione subacquea che ha progettato era in realtà già in uso presso gli Assiri, quasi 3000 anni prima. La celebre macchina volante di Leonardo è simile a quella testata da Ibn Firmas a Cordoba nell’anno 875. Pensare a un plagio è forse eccessivo. La realtà è probabilmente più interessante. Raramente il talento di un uomo, i suoi interessi e le sue risorse hanno tanto perfettamente calzato il momento storico. La carriera intellettuale di Leonardo era il culmine creativo di un processo incredibile: il rinnovamento della conoscenza tecnica che sembrava perduta con la caduta dell’Impero Romano d’Oriente, il Rinascimento.

L’arte di immaginare il futuro

Il documentario rivela come Leonardo da Vinci sia riuscito a immaginare il futuro guardando al passato, e racconta la sua insaziabile curiosità, che lo ha condotto a ricercare una conoscenza scientifica e tecnologica che sembrava smarrita per la cultura europea, ma anche di come l’abbia messa in discussione e, attraverso la sua precisa osservazione e i tanti esperimenti, trasformata e migliorata fino a lanciare una nuova era scientifica.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .