Buonasera Presidente

De Gasperi, De Nicola ed Einaudi

donneAlcide De Gasperi, il primo a proclamare la Repubblica e a esserne Presidente , per due settimane; Enrico De Nicola, capo provvisorio dello Stato nel 1946; e Luigi Einaudi, che diede il via alla stagione dei settennati al Quirinale: si apre con queste tre figure la nuova serie “ Buonasera Presidente ”, una coproduzione originale Anele e Rai Storia, realizzata da Anele, che racconta 11 Presidenti della Repubblica italiana, in onda questa sera alle 21.10 su Rai Storia. La docu-fiction unisce immagini, testimonianze illustri e filmati di repertorio alla narrazione fiction, con una serie di “faccia a faccia” condotti dal giornalista Filippo Ceccarelli agli 11 personaggi, interpretati da altrettanti attori che ne fanno rivivere l’indole, la personalità e il profilo politico.

La nascita della Repubblica

Come nel caso di De Gasperi – interpretato da Paolo Ricca – che nell’intervista ricorda in particolare la nascita della Repubblica, il nodo dell’amnistia ai fascisti, i difficili rapporti con Togliatti, la scelta anti-presidenzialista alla Costituente. La figlia Maria Romana racconta, invece, un De Gasperi privato e familiare e rivela l’imbarazzo del padre per le acclamazioni che riceveva nelle piazze. Obiettivo, poi, sull’elegante ma morigerato Enrico De Nicola, eletto dalla Costituente capo provvisorio dello Stato nel 1946, che rivive con il suo carattere bizzoso e la sua sapienza giuridica grazie all’attore Gianfranco Gallo. Tra il rifiuto di recarsi a vivere nella ex reggia del Quirinale e il taglio dello stipendio da presidente, prende luce un personaggio che amava farsi desiderare e che camminava in bilico tra la fede monarchica e l’adesione alla Repubblica. Il primo episodio si conclude con il liberale e “tutto d’un pezzo” Luigi Einaudi, con il quale si apre serie dei settennati presidenziali.

Un gentiluomo cortese

Sergio Pierattini lo rappresenta come un anziano gentiluomo tanto cortese nei modi quanto determinato nell’azione. Dal “botta e risposta” con Ceccarelli emerge il suo profondo amore per l’agricoltura, il complesso rapporto che ebbe con l’informazione e la satira, il rigore con cui fissò le regole del gioco presidenziale. 

Testimonianze illustri

Le interviste di Filippo Ceccarelli non hanno niente di immaginario, perché i Presidenti rispondono sempre con parole da loro realmente usate, che gli autori, con la consulenza degli storici Sabino Cassese e Alberto Melloni, hanno tratto da discorsi pubblici, libri di memorie, colloqui con giornalisti e che restituiscono un racconto reale e accurato, non solo dei momenti più istituzionali, ma anche di quelli legati all’esperienza personale, intima, di queste figure che con il loro operato hanno saputo ispirare, guidare, anche cambiare, l’Italia. Ad arricchire il racconto una serie di testimonianze illustri che si intervallano ai materiali di repertorio e alle interviste. “ Buonasera Presidente ” è una co-produzione Anele e Rai Storia, realizzata da Anele. Prodotta da Gloria Giorgianni, autori Filippo Ceccarelli, Alessandra Cravetto, Marco Dell’Omo, Giacomo Faenza e Davide Minnella, regia Giacomo Faenza e Davide Minnella. Con la consulenza editoriale di Filippo Ceccarelli e quella storica di Sabino Cassese e Alberto Melloni.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .