Stefania Rocca

Mi sto divertendo a fare teatro Incontrare il pubblico è magnifico

Stefania RoccaAlta, longilinea, i tratti della donna di carattere e lo sguardo che rivela una sfumatura di dolcezza, lo stesso con cui Stefania Rocca , 47 anni, torinese, ha sempre contraddistinto tutte le donne, complesse, fragili, divertenti o folli, che ha interpretato nella sua lunga e ricca carriera. Dagli esordi con Nirvana di Gabriele Salvatores, alla Bestia nel cuore di Cristina Comencini, da Go Go Tales e Mary di Abel Ferrara, a Sono Tornato di Luca Miniero, fino al successo televisivo di Tutti Pazzi per amore, Una grande Famiglia e Olivetti.

Una varietà straordinaria di personaggi femminili a cui si aggiunge il ruolo della psicologa Caterina Liguori che in Mentre ero via, mistery drama in sei puntate con la regia di Michele Soavi, in onda su RaiUno dal 28 Marzo, s’ impegna nel far ritrovare l’identità perduta a Monica Grossi (Vittoria Puccini), vittima di una grave amnesia a seguito di un incidente in cui hanno perso la vita il marito e il suo presunto amante.   

Ci racconta 

Stefania Rocca «È un giallo investigativo molto interessante incentrato sulla lotta di una donna che si scontra con il male. Caterina è una psicologa un po’ atipica, usa l’ipnosi per riportare Monica alla memoria, per liberarla dalle influenze negative che non l’aiutano a ritrovare se stessa. La sua fragilità viene usata e tradita da chi la circonda.»

Stravizzi : E’ in teatro con Squalificati (11 Aprile Villadossola (VB), 12 Aprile Oleggio( NO), 13 Aprile Torino, 14 Aprile Mondovi, 15 Aprile Torino) una pièce che mette in scena una partita a scacchi fra potere politico e mass media

Stefania Rocca «Sono una giornalista solida con 30 anni di carriera alle spalle che intervista un Presidente di Governo dal passato oscuro. Qui inizia una partita a scacchi senza esclusione di colpi. Lei cerca lo scoop per fare più share, lui fa strategia e rivela solo le notizie che vuole. Nessuno pensa al pubblico o al cittadino. Squalificati vuol dire proprio questo: come si fa oggi a vincere onestamente?»

Stefania RoccaStravizzi : Una donna forte che non disdegna colpi bassi

Stefania Rocca «Nel testo originale di Pere Reira, lei è una donna dura, potente, astuta. Insieme al regista Luciano Melchionna abbiamo voluto renderla più morbida, insinuare quell’ombra di fragilità che spesso gli uomini usano per manipolare le donne ed esercitare il loro potere, ma che in realtà rappresenta la sensibilità, l’intuizione femminile, la nostra marcia in più.»

Stravizzi : Le piace calcare il palcoscenico?

Stefania Rocca «Mi sto divertendo a fare teatro. Incontrare il pubblico è magnifico. Il teatro continua ad affascinare tanta gente che preferisce il contatto diretto, la realtà di un palcoscenico a quella distante di uno schermo…gli occhi sono stanchi ormai di tutte queste piattaforme!»


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .