Pinhdar È uscito il loro primo album omonimo

Atmosfere e scenari sonori utilizzando tutti i colori che hanno a disposizione

PinhdarDopo il successo del singolo “Toy” (accompagnato da un videoclip firmato da Alessandro Nassiri Tabibzadeh e Samuele Romano, ispirato alla performance “Cut Piece” di Yoko Ono), i Pinhdar annunciano l’uscita del loro debut album omonimo.

Dietro a questo nome il nuovissimo progetto di Cecilia Miradoli e Max Tarenzi, già fondatori della rock band Nomoredolls e del festival A Night Like This.

L’album

L’album Pinhdar è un viaggio musicale articolato e maturo che unisce il rock e l’elettronica dei primi anni ´80 al trip hop del decennio successivo.

I brani esplorano mood variabili: momenti riflessivi e avvolgenti si alternano ad altri di libera follia. A fare da filo conduttore, oltre naturalmente alla voce di Cecilia, i synth percussivi e le chitarre di Max.

Un lavoro denso e ipnotico, non fatto per seguire le mode ma per rendere omaggio alla musica che amano.

Chris Brown

Pinhdar è stato registrato interamente da loro e prodotto da Max nel loro studio di Milano. È stato poi affidato per il mix a Chris Brown (fonico di Londra con 20 anni di esperienza presso gli Abbey Road Studios e collaborazioni con centinaia di artisti del calibro di Radiohead e Muse) e a Dan Coutant di Sun Room Audio (NY) per il mastering.

Pinhdar è disponibile su tutte le piattaforme

Chi sono i Pinhdar

Come Nomoredolls, Cecilia e Max iniziano il loro percorso producendo il primo ep in UK per poi trovare la loro strada negli USA, dove conquistano pubblico attraverso una serie di tour intensivi della East Coast. Suonano nel tempio del rock di New York, il CBGB’s, ma anche al Knitting Factory, Piano’s, Arlene’s Grocery e, tra New York e Los Angeles, producono il loro album omonimo (“Nomoredolls” – EMI) per poi tornare in Europa con concerti in Inghilterra (Astoria di Londra) e Spagna (Joy Eslava di Madrid).

Con A Night Like This Festival (www.anightlikethisfestival.com) diventano organizzatori, ideando e producendo un evento che nasce come appuntamento per appassionati di musica indie internazionale ma che, nelle sue 6 edizioni, si evolve diventando uno dei festival indipendenti di riferimento e una delle 10 location più suggestive in Italia dove ascoltare musica (Rockit).


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .