Tutti gli orizzonti di Peppe Millanta Leggo QuIndi Sono, la fantasia al potere

Il quarto di cinque autori selezionati incontra lettori e studenti, tra Puglia e Basilicata

Peppe Millanta C’è un assoluto bisogno di fiaba, di immaginazione, di fantastico, se il primo romanzo di un musicista prestato alla narrativa è riuscito a fare incetta di una dozzina di premi letterari nazionali, tra cui il John Fante Opera Prima, strappando anche una candidatura al Premio Strega Giovani ed entrando in finale al Carver e al Khilgren. Vinpeel degli orizzonti, pubblicato dall’indipendente Neo, è un inno alla fantasia ed è anche per questa ragione che è stato selezionato nella quarta edizione di Leggo QuIndi Sono-Le giovani parole, messo nelle mani di circa 500 studenti-giurati. Venerdì 22 marzo, alle 10.30, l’autore del romanzo, Peppe Millanta, incontra prima gli studenti di San Marco in Lamis del P. Giannone (che ospiterà anche una delegazione di allievi dell’Istituto Giordani di Monte Sant’Angelo) e, alle ore 19, i lettori della libreria Ubik di Foggia, in collaborazione con i bibliotecari de “La Magna Capitana”, quest’anno coinvolti nel concorso-progetto.

Nella Capitale Europea della Cultura 2019

Inoltre, il giorno prima, giovedì 21 marzo (ore 15.30), lo scrittore e musicista incontrerà gli allievi del Liceo C. Poerio, sempre nell’ambito di #LQS19. Infine, come tutti gli autori in concorso, nel pomeriggio di venerdì anche Peppe Millanta incontrerà il gruppo di lettura della locale Casa Circondariale, grazie al lavoro dei volontari del CSV di Foggia i quali, ogni anno, fanno in modo che i detenuti dell’Istituto Penitenziario possano esprimere la loro preferenza tra i cinque scrittori. Il prossimo 27 maggio, invece, l’autore sarà al Liceo classico “E. Duni” di Matera, grazie al gemellaggio stretto da LQS con l’associazione Amabili Confini, entrando di fatto nella programmazione che vede la città dei sassi Capitale Europea della Cultura 2019

Vinpeel degli orizzonti

Un libro pieno di luce, un romanzo intriso di poesia, che ai sogni e all’immaginazione ruba la scintilla. Un cartello sbiadito con su scritto “Benvenuti a Dinterbild”. Un pugno di case gettate alla rinfusa intorno a una locanda. Una comunità che pare sospesa nel tempo. Una strada da cui non arriva più nessuno, e nessuno ricorda più dove porti. E gli occhi di Vinpeel, l’unico ragazzino di questa bizzarra comunità, che una notte, scrutando l’orizzonte, si convince che al di là di questo mondo esitante ci sia qualcos’altro. Peppe Millanta, al suo esordio, crea un mondo che tutti vorremmo abitare e che forse, in cuor nostro, già abitiamo. Racconta di un ragazzino che abita dentro ognuno di noi. C’è la sua vita confinata in un luogo che sembra appartenere a un sogno, c’è suo padre con cui parla solo attraverso l’aiuto del mare, ci sono amici che hanno la consistenza di nuvole e bizzarri personaggi. Ma su tutto c’è la sua voglia di scoprire, di spingersi oltre ciò che gli è dato conoscere.

Peppe Millanta

Non è il vero nome di Peppe Millanta, ma lo pseudonimo nato per mascherare le attività eversive durante la sua doppia vita ai tempi dell’Università a Roma. Studente di giorno e perdigiorno di notte, si vanta di aver avuto la carriera di avvocato più rapida della storia: 12 ore appena, giusto il tempo di abilitarsi, farsi le foto di rito e cancellarsi dall’Albo l’indomani mattina. Musicista di strada, si è diplomato in Drammaturgia e Sceneggiatura all’Accademia Nazionale Silvio d’Amico. Vincitore di numerosi premi di narrativa e di teatro, nel 2013 fonda la “Peppe Millanta & Balkan Bistrò”, band di world music con cui si esibisce in numerosi festival in tutta Italia. Nel 2017 fonda a Pescara la “Scuola Macondo – l’Officina delle Storie” dedicata alle arti narrative.

Vinpeel degli orizzonti è il suo primo romanzo

Fanno parte del sodalizio LQS anche per questo 2019: la libreria Ubik, la Fondazione Monti Uniti (che premia il vincitore con un contributo economico, sostenendo concretamente LQS e gli studenti più meritevoli), gli Assessorati alla Cultura e alla Pubblica Istruzione del Comune di Foggia (a sostegno della premiazione che ogni anno si tiene al Teatro U. Giordano) e l’Ufficio Scolastico Provinciale.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .