Luca Paniconi il volto nuovo di Suburra

Si confida a Stravizzi

Luca PaniconiL’attore romano Luca Paniconi è il volto nuovo della seconda stagione di Suburra con Alessandro Borghi e Greta Scarano in questi giorni su Netflix. Nei panni di Sergio Gravoni, nipote del boss ucciso proprio da Aureliano (Borghi) scatena, insieme alla sua famiglia, una guerra crudele per vendicare la morte dello zio e nello stesso tempo prenderne il posto.  

Luca Paniconi «Un personaggio nuovo nella serie – ci racconta – Sono un ragazzo duro, complicato che mette in piedi questa faida e alla fine viene anche tradito. Non raccontiamo altro però ecco.. sappiate soltanto che finisce male. Sono contento di aver partecipato a questa serie. Un set perfetto dove filava tutto liscio. Sembrava uno strumento ben accordato.»

Stravizzi : Ha iniziato molto giovane a recitare?

Luca Paniconi «Ho cominciato a 8 anni a fare pubblicità per la Germania per l’estero poi ho fatto piccoli ruoli per Medico in famiglia , Amico mio, poi dopo, crescendo ho capito che dovevo studiare per poter andare avanti. ho fatto la prima scuola, il teatro di improvvisazione al Manzoni di Roma e intanto continuavo a fare piccoli ruoli per pagarmi l’accademia di Enzo Garinei. Dopo è arrivato il cinema di Daniele Vicari con Velocità Massimo e via così

Stravizzi : In famiglia lehanno dato una mano?

Luca Paniconi «Senza di loro, avrei mollato da anni. Questo lavoro è difficile e i miei mi esortavano, dicendomi: “Hai studiato una vita, hai fatto sforzi enormi, vai avanti.” Mi hanno sempre dato la carica. Qualcosa di inestimabile».

Stravizzi : Prossimi impegni?

Luca Paniconi «Ho appena finito di interpretare un mafioso calabrese nella serie tedesca Die Jagde che è molto seguita in Germania . Ho imparato l’accento con un coach e con amici che mi parlavano solo in lingua… anche se il calabrese oltre ad essere difficile ha due cadenze: una è quella famosa aspirata che è tipica della zona intorno a Cosenza e quella che assomiglia più al siciliano di Reggio Calabria. Meno male che sono una spugna e ho una vera passione per i dialetti


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .