La Francia alla XXII Triennale con De la pensée au visible Design As A Large Ring

Milano dal 1° marzo al 1° settembre 2019

La XXII Triennale di Milano ”Broken Nature : Design Takes on Human Survival” , aperta dal 1° marzo al 1° settembre 2019, a cura di Paola Antonelli – Senior Curator del Dipartimento di Architettura e Design e Direttore del reparto di R&S del MoMA di New York– rappresenta un’occasione importante per riflettere sul rapporto tra uomo e ambiente e su come il design stia evolvendo influenzando tutti gli ambiti delle nostre vite, ma anche sul contributo che può offrire allo sviluppo futuro della società contemporanea.

 Nove i progetti concreti

La proposta francese “De la pensée au visible. Design As A Large Ring” si focalizza su 9 progetti concreti, prospettici e urgenti che invitano ad immaginare un nuovo modo di concepire, mettendo l’accento sull’importanza della relazione tra pensiero e progetto, nozione che appartiene ad un certo esprit francese ma anche al design come disciplina. Quando si affrontano progetti complessi riguardanti questioni ambientali e umane, la ricerca deve operare su piani temporali diversi per pensare a trasformazioni future. Questo non cambia la natura della disciplina ma alza la sua posta in gioco, le sue missioni e i suoi metodi. Designer, architetti e urbanisti sviluppano quindi altri approcci – testuali, sperimentali, antropologici, mediatici e digitali – in situ o in laboratorio – per elaborare nuove modalità di progettazione, modificando i paradigmi della produzione. Non forniscono beni per il mercato, ma spunti di riflessione per la progettazione del futuro.

Triennale Catherine Geel, curatrice della sezione francese

Designer, architetti, urbanisti, scienziati e ricercatori in mostra

Marie-Sarah Adenis (PILI), Usines cellulaires de la couleur, bio start-up, 2015 – in corso

David Bihanic, Flood vs Drought, data-visualisation, 2016 – 2018

Astrid de la Chapelle, Sarah Garcin et Pauline Briand, 163 km2, narrativa digitale, 2018

Emile De Visscher, Petrification, macchina, processo di produzione, 2015 – 2018

David Enon, Mineral Accretion Factory, sperimentazione di un processo tecnico, 2011 – 2019

Juliette Gelli, Raphaël Pluvinage et Wiebke Drenckham, Water Tower, diffusione della ricerca– dispositivo di mediazione, 2017 – in corso

Samy Rio, Superproof, Études de structures sur bambou, ricerca, utilizzo e processo di produzione, 2015 – oggi

Justinien Tribillon, Migrant Journal, pubblicazione, 2016 – 2019

TVK, Architecture du sol, studi, disegni in sezione, 2015 – in corso

 

“Nouvelles Natures”. Le scuole francesi di arte e design in mostra all’Institut français Milano

Il programma all’Insitut français Milano: mostre dal 1° marzo al 14 aprile   

 

Triennale Dal 1° marzo al 14 aprile, in collaborazione con il Ministero della Cultura francese, l’Institut français di Milano ha scelto di ospitare i progetti più importanti di tre scuole francesi d’eccellenza (École nationale supérieure des Arts décoratifs – EnsAD Paris, École nationale supérieure de Création industrielle – ENSCI-Les Ateliers Paris, École supérieure d’Art et de design Saint-Étienne – ESADSE, Saint-Étienne) sviluppati proprio attorno al tema principale della Natura e dell’ecologia. Le scuole di design sviluppano approcci diversi, basati sulla raccolta, sull’osservazione della circolazione di materiali sensibili, dell’energia degli esseri viventi e delle speculazioni, che modificano i paradigmi della produzione.  

 

Institut français Milano, Corso Magenta, 63 – 20123 Milano

1° marzo -14 aprile 2019

Orari di apertura: dal 1° marzo al 6 aprile, da martedì a sabato dalle 12.00 alle 19.00

dal 9 al 14 aprile dalle 10.00 alle 20.00

https://www.institutfrancais.com/fr


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .