Lolita Chammah

Ho studiato alla scuola italiana di Parigi

Lolita ChammahCapelli rossi, occhi vivaci, voce dai toni bruschi, Lolita Chammah , 35 anni, primogenita di Isabelle Huppert e del produttore Ronald Chammah, è fra i protagonisti di due film importanti in uscita in Italia At Eternity’s Gate di Julian Schnabel, nel ruolo di una pastorella ritratta da Van Gogh, interpretato da Willem Defoe, candidato all’Oscar e Barrage di Laura Schroeder. «Dove sono una madre che cerca di riconquistare il rapporto con la figlia, abbandonata dieci anni prima alle cure della nonna – ci dice Lolita Chammah , che poi commenta – In fondo la maternità non è così scontata per tutte le donne. Cosa significa essere una buona madre? Niente è perfetto nelle relazioni, specialmente in quelle affettive così forti

 Stravizzi : Come vive la sua maternità?

Lolita Chammah «Sono una madre assoluta, incasinata, in simbiosi con il mio bambino. Pensi che riesco a vincere la paura di volare solo se mio figlio che ha 6 anni, mi stringe forte la mano. Mi rassicura

Stravizzi : Com’era da adolescente?

Lolita Chammah «Una ragazza timida, riservata, selvaggia. Consapevole fin da piccola di avere una madre conosciuta in tutto il mondo e di vivere in un ambiente privilegiato. Un sentimento pesante da gestire, che è diventato più complesso, quando crescendo, ho cominciato ad assomigliarle molto

Stravizzi : Eppure ha scelto lo stesso mestiere, perché?

Lolita Chammah «Perché no? Il mio percorso professionale è stato molto complicato. Ho dovuto impegnarmi per lasciare un’impronta personale. Anche se non mi fanno mai dimenticare di chi sono figlia, per questo mia madre dice che ho avuto molto coraggio. Poi scrivo sceneggiature e presto vorrei debuttare alla regia. A quel punto nessuno potrà fare paragoni

Stravizzi : Come mai parla italiano così bene?

Lolita Chammah «Ho studiato alla scuola italiana di Parigi, dalla materna fino alla seconda media. Mio padre è libanese con origini italiane, infatti i miei fratelli si chiamano Angelo e Lorenzo. Ci tengo molto a coltivare questa parte della mia storia. Adoro il cinema italiano: Crialese, Bellocchio, Alice Rohrwacher, un giorno mi piacerebbe recitare in un loro film.»


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .