Emanuele Bissattini 47 L’oscurita’ del Golem

Il secondo capitolo della trilogia noir

Emanuele Bissattini Ettore, detto “il Gatto”, killer con la passione per le moto, torna tra le strade di Roma nel secondo capitolo della trilogia noir di Emanuele Bissattini , 47. L’oscurità del Golem. Dopo il successo di Glock 17. La pazienza dell’odio, la storia prosegue con una disperata corsa contro il tempo, che vedrà il killer di Primavalle, faccia a faccia con l’odio cieco del Golem.

In questa nuova vicenda, ancora più ricca di colpi di scena, l’autore continua con la sua descrizione minuziosa e dura del contesto criminale di Roma, tra impresari senza scrupoli e incontri clandestini di dirty boxe.

L’assassino

Il Golem è l’assassino che non prova sentimenti, distrutto da un dolore interno che il lettore scoprirà pagina dopo pagina. Nato orfano e addestrato solo per la vendetta, Golem è un figlio del buio della capitale, assoldato da Spartaco, il re dell’eroina di Roma Sud, che vuole regolare una volta per tutte i conti con “il Gatto”.

Vivere o morire

Ritroviamo Lucilla e Teresa, le due donne del “Gatto”, una in pericolo e l’altra, forse, persa per sempre. E Sigmund, “il Tedesco” sempre al fianco di Ettore, che dovrà scegliere se il voto fatto a un amico morto vale la vita di un altro amico che muore. Soprattutto c’è la scelta che un uomo fa davanti allo specchio: vivere o morire, essere libero o perdersi per sempre nell’oscurità, sua ultima compagna di viaggio.

L’autore

Emanuele Bissattini, scrittore noir e autore, si occupa di storytelling, scrittura creativa, sceneggiatura e copywriting. Nasce giornalista d’inchiesta sociale – il Manifesto, L’Espresso e Il Messaggero – e da allora il gusto per le periferie non lo ha mai abbandonato. Nel 2017 ha pubblicato per Round Robin editrice il suo romanzo d’esordio, Glock 17, la pazienza dell’odio, primo volume di una trilogia, suscitando l’interesse del panorama internazionale editoriale di crime story. Sempre per Round Robin è co-autore de Il Buio, la lunga notte si Stefano Cucchi (2018), graphic novel che apre le porte sul caso di cronaca che ha sconvolto l’Italia. Del 2017 è anche blu 32 per Robin edizioni.

Round Robin Editrice

La Round Robin nasce con l’obiettivo di coniugare narrativa di giovani autori emergenti e inchiesta giornalistica. Negli anni si consolida nell’ambito della saggistica, del giornalismo investigativo e del graphic journalism con titoli dal forte richiamo al sociale e alla lotta alle mafie. Tra le firme che oggi compongono il catalogo Round Robin, anche nomi del giornalismo italiano mainstream come Gianni Barbacetto (Il Fatto Quotidiano) e Giovanni Tizian (L’Espresso). Molte le pubblicazioni degli ultimi anni in cui spiccano autori della grande letteratura italiana, da Andrea Camilleri al premio Nobel, Dario Fo, che hanno collaborato e contribuito ad alcune pubblicazioni (“Antonino Caponnetto, non è finito tutto” e “Sulla cattiva strada, seguendo Don Gallo”). Rinomati i premi assegnati alla casa editrice, tra cui il Premio Giancarlo Siani, il Premio Andrea Pazienza e la candidatura per tre volte al Premio Strega, con “La guerra è finita”, “Orientalia” e “Atlas”.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .