Ultimi Un viaggio nelle povertà dei Paesi ricchi

Dall’ Italia alla Francia al Regno Unito agli Stati Uniti alla Russia

Ultimi Alla vigilia del Natale, a Speciale Tg1, con i corrispondenti della Rai un viaggio nelle povertà dei Paesi ricchi o benestanti, che siedono al tavolo delle potenze del mondo, ma non riescono a garantire ai propri cittadini una equa distribuzione della ricchezza. Ultimi va in onda questa sera a mezzanotte su Rai1.
Dall’Italia, con un milione e 800 mila famiglie in povertà assoluta, ovvero 5 milioni di persone, alla Germania del pareggio di bilancio, del record dell’export e della disoccupazione ai minimi storici che, conta il 19% della popolazione alla soglia della povertà, con un numero altissimo di minori.

Regno Unito

Ultimi del Regno Unito, dove per i tagli ai servizi sociali le strade sono tornate a essere vissute dai clochard, scomparsi dalla fine degli anni ‘80, agli Stati Uniti con i suoi 40 milioni di americani che vivono sotto la soglia della povertà. Ma grandi sacche di povertà ed emarginazione, tra le vetrine addobbate per le feste, si trovano anche a Mosca, dove si concentra il 40% della ricchezza di tutta la Russia, alle prese con l’emergenza delle madri sole con figli, e in Francia che registra 8 milioni di poveri, il 14% della popolazione, teatro della clamorosa protesta dei “gilet gialli” che denunciano il peggioramento delle condizioni di vita di larghi strati della società.

La Cina

E persino in Cina, dove i poveri sono passati dal 90% del 1978 al 30% di oggi, il divario tra ricchi e poveri si amplia in modo vistoso. 
A Speciale Tg1, con i servizi di Giovanna Botteri, Alessandro Cassieri, Riccardo Giacoia, Marc Innaro, Claudio Pagliara, Rino Pellino e Marco Varvello, le storie di chi si è trovato sotto la linea rossa della povertà e dei tanti volontari, che in tutto il mondo, si fanno carico degli ultimi.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .