Taron Egerton

Le cose più difficili sono quelle che ci fanno arrivare più lontano

Taron EgertonUna carriera sempre più in ascesa, il ventinovenne gallese Taron Egerton , dopo il successo dei due episodi da spie di Kingsdom – Secret Service e Il cerchio d’oro al fianco di Colin Firth,  torna al cinema nei panni del principe dei ladri  che combatte contro l’ingiustizia nel nuovo  super action Robin Hood – l’origine della leggenda, diretto da Otto Bathurst, con Jamie Foxx e Jamie Dorman.

Taron Egerton «Ero così felice di interpretare Robin Hood – racconta con un grande sorriso – perché lui è un eroe universale, che ci affascina perché è un uomo del popolo che combatte le ingiustizie del potere. E in questo momento è un messaggio molto importante. E’ un uomo comune che diventa eroe per questo l’ho voluto rappresentare nel modo più imperfetto e normale possibile. E poi il film racconta l’inizio della sua leggenda, quindi diciamo è un Robin alle prime armi.»

Stravizzi : Infatti ha dovuto imparare a usare l’arco e le frecce?

Taron Egerton «Assolutamente. Ho preso lezioni di tiro con l’arco con il campione danese Lars Anderson, uno capace di scagliare 9 frecce in meno di 4 minuti! Ho lavorato con lui tre ore al giorno, è stato molto faticoso, ci è voluta tanta concentrazione e allenamento ma alla fine credo di essere riuscito a diventare un buon arciere.»

Stravizzi : Le riprese sono durate sei mesi, quasi come una serie e avete girato in Ungheria

Taron Egerton «Non sono mai stato lontano da casa così tanto tempo. Tantissime scene di combattimenti da ricostruire, tanto tempo sul set. Tanto lavoro ma sono contento perché le cose più difficili sono quelle che ci fanno arrivare più lontano, più in alto e poi in questo tempo c’è stata l’occasione di farmi venire a trovare dagli amici.»

Taron EgertonStravizzi : Le piacciono le sfide. In Rocketman, che vedremo il prossimo anno, la sentiamo cantare

Taron Egerton «Vero, non ho voluto nessun playback, dovevo rendere giustizia al meglio ad Elton John. Mi sono immedesimato molto nel suo mondo. Ho imparato ad apprezzare la bellezza degli uomini, pur non essendo gay, ad essere un bravo performer, a cantare con i suoi toni, ma la cosa più difficile è stato vedermi con i capelli anni 80, lunghi dietro e corti sopra, terribile


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .