Bernardo Bertolucci Si è spento il grande regista nella sua casa di Roma

Ci lascia Ultimo tango a Parigi Il té nel deserto Piccolo Buddha Novecento L’ultimo imperatore

Bernardo Bertolucci Scompare con Bernardo Bertolucci non solo un grande regista – era nato a Parma nel 1941 e si è spento a Roma dopo una devastante malattia – ma uno studioso del costume e della società attuale che con grande maestria trasferiva nei suoi capolavori. Sua la regia di “Ultimo tango a Parigi, Il té nel deserto, Piccolo Buddha, Novecento, L’ultimo imperatore” e tanti altri che hanno avuto consensi da un pubblico planetario.

Bertolucci era regista da Oscar: L’ultimo imperatore ne ha ricevuti ben nove

Nel 2007 gli venne riconosciuto il Leone d’oro alla carriera alla 64° Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia; nel 2011 la Palma d’oro onoraria al festival di Cannes. “Io e te” del 2012, tratto dal romanzo di Nicolò Ammaniti è stato l’ultimo film da lui diretto. Bernardo Bertolucci , parmense, primogenito del poeta Attilio era cresciuto nel segno di Pier Paolo Pasolini – ne fu aiuto regista negli anni Sessanta – fu anche un poeta e grazie all’insistenza del padre pubblicò la prima raccolta “In cerca del mistero” che vinse il Premio Viareggio nei primi anni ’60.

Ha scandalizzato il mondo

Contemporaneamente Bernardo Bertolucci debuttava come regista con “La commare secca” da un racconto del suo “maestro” Pasolini, conquistandosi due anni piu’ tardi, con “Prima della rivoluzione”, la fama incontrastata di miglior autore di una nuova generazione di cineasti in cui l’ispirazione creativa va di pari passo con l’impegno civile (da Ansa odierna). Ha scandalizzato il mondo con “Ultimo tango a Parigi” – pellicola bruciata per ordine della magistratura nel 1976 -. Stesso anno per firmare il capolavoro “Novecento” diviso in due parti. E poi arrivano i riconoscimenti internazionali e una serie di film unici ed attuali. Film dalla trama e dalla fotografia unica e da non perdere.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .