Le scuse di Higuain La rabbia ed il pentimento

Mi faccio carico delle mie responsabilità e farò il possibile perché non succeda un’altra volta

Higuain Gonzalo Higuain si è pentito della reazione che ha avuto verso l’arbitro Paolo Mazzoleni durante la sfida tra Milan e Juventus, persa dai rossoneri per 2-0 con reti di Mario Mandzukic e Ronaldo CR7. Poi, ha subito chiesto scusa.

Una sfida sentita in maniera eccessiva, forse troppo

Il ricordo di quella maglia che lo ha visto protagonista e fare 40 gol in 73 partite, il dente avvelenato dell’ex il quale ha tradito totalmente i nervi dell’attaccante argentino, quel tiro dagli undici metri deviato da Wojciech Szczesny sul palo, il troppo nervosismo sopra le righe e poi l’epilogo finale con il cartellino rosso dopo il giallo, in faccia, alzato dal direttore di gara.

In arrivo una sanzione pesante (due, tre giornate come minimo di squalifica) e niente Lazio, Parma e forse Torino.

Su Instagram, Higuain scrive

“Voglio chiedere scusa a tutti per il comportamento avuto ieri in campo, ai miei compagni, alla società, ai tifosi che da ieri mi stanno dimostrando ancor di più il loro affetto. Mi faccio carico delle mie responsabilità e farò il possibile perché non succeda un’altra volta” .

E pensate, sono arrivate le dimostrazioni di affetto persino della Juve ed in particolare dei suoi ex compagni bianconeri come Chiellini, Pjanic, Benatia e persino Dani Alves.

Diceva George Eliot ”L’inizio del pentimento è l’inizio di una nuova vita”

Ora ci aspettiamo un Higuain ancora più forte, ancora più vicino ai colori del Milan, ancora più responsabile e con la voglia di prendere sempre più tra le sua braccia questa squadra rossonera che ha bisogno non delle sue reazioni senza senso ma della sua personalità di goleador e delle sue reti da grande campione quale è. Higuain deve dimenticare il suo passato ed il tradimento juventino, deve solo pensare a questa nuova vita dai colori rosso e nero che ha bisogno di questo fuoriclasse per poter andare in Champions League.

Trofei internazionali

Higuain non è più un bambino, compirà 31 anni a dicembre e sa che questa maglia del Milan potrebbe essere forse l’ultima grande occasione per conquistare qualche trofeo internazionale importante e lasciare tra qualche anno l’Italia con la conquista non solo degli scudetti juventini ma anche di qualche trionfo internazionale con i colori del Milan.

Un’ultima considerazione, chiedere scusa non è mai un difetto e voltare pagina con un altro spirito è anche un giusto insegnamento verso i più piccoli che hanno bisogno di qualche esempio positivo da parte dei loro grandi super eroi del mondo pallonaro.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .