Lakescapes a Castelletto Ticino In scena Uomini e topi di John Steinbeck

Il Teatro Diffuso del Lago Maggiore con l’Accademia dei Folli

LakescapesSabato 17 novembre, alle 21, la Sala Calletti di Castelletto Ticino ospita un nuovo appuntamento con Lakescapes – Il Teatro Diffuso del Lago Maggiore. L’Accademia dei Folli propone un riadattamento teatrale di Uomini e topiromanzo dello statunitense John Steinbeck pubblicato nel 1937 negli USA e apparso un anno dopo in Italia con la traduzione di Cesare Pavese. 

Uomini e topi è un piccolo intenso dramma sull’emigrazione a Ovest, terra di mancate promesse

Sfruttamento e lotte sociali, ingiustizia e sofferenza umana, tutti temi che verranno trattati con realismo aspro e risentito in Furore, sono qui espressi con una vena di lirica commozione e con quel vigore narrativo che fa di Steinbeck uno dei grandi autori americani. Molti anni dopo Steinbeck e Pavese, le vicende dolorose della Grande Depressione americana hanno ispirato altri grandi cantori dell’America, ognuno nella sua forma espressiva: John Ford e Gary Sinise nel cinema;Woody Guthrie, Bob Dylan e Bruce Springsteen nella canzone. 

Una storia vicina ai nostri giorni

Attraverso parole, versi, musica e fotogrammi, lo spettacolo dell’Accademia dei Folli intende far rivivere questa storia così lontana dal sogno americano e così vicina a molti nostri drammi.
In un momento di grande crisi economica, infatti, affrontare il romanzo breve di Steinbeck è quasi una scelta obbligata e necessaria. La sua indiscutibile attualità è un’occasione per affrontare temi e paure che a distanza di quasi cent’anni si ripropongono alla società con una violenza sempre più allarmante (il precariato, il disagio sociale, l’emigrazione, la mancanza di reali prospettive). È dunque un’urgenza quella di trasporre per la scena il capolavoro di Steinbeck, perché i suoi personaggi sono ormai archetipi e il romanzo ha quasi la statura e la forza di una tragedia greca. 

Sinossi

California, anni Trenta. Due braccianti trovano lavoro in un ranch: il grande Lennie, gigante buono e irresponsabile, e il saggio George, guida e sostegno dell’amico. Di solito quelli che lavorano nei ranch sono “la gente più abbandonata del mondo. Non hanno famiglia, non sono di nessun paese. Arrivano nel ranch e raccolgono una paga, poi vanno in un saloon e gettano via la paga, e l’indomani sono già in cerca di un nuovo lavoro e di un altro ranch. Non hanno niente da pensare per l’indomani…” Per Lennie e George è diverso. Loro hanno un avvenire, e alla sera qualcuno con cui parlare, qual uno cui importa dell’altro. Non devono per forza buttare via i soldi al saloon. Vogliono mettere da parte i soldi per comprare un campo e vivere del grasso della terra. Una terra tutta per loro.

UOMINI & TOPI

LAKESCAPES
Sabato 17 novembre 2018
Sala Calletti, Castelletto Ticino
Via Caduti per la Libertà 
ore 21.00


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .