Lewis Hamilton è il padrone della F1

Con i cinque titoli acquisiti raggiunge Juan Manuel Fangio

Lewis Hamilton Lewis Hamilton è il re della Formula 1. Cinque sono i titoli mondiali dopo il Gran Premio del Messico. Hamilton, in America Latina, non ha vinto; si è accontentato del settimo posto lasciando il podio a Verstappen (primo), poi Vettel e Raikkonen (secondo e terzo) ma in classifica ormai non c’è più spazio per nessuno, il trionfo va ad Hamilton e nel mondiale costruttori è ancora la Mercedes, la sua macchina, che comanda lasciando dietro la Ferrari dei Vettel e dei Raikkonen.

Pensare che oggi il mio nome è li, di fianco a quello di Juan Manuel Fangio è oltre ogni realtà“. E se poi raggiungesse quota sette, Lewis Hamilton arriverebbe addirittura a superman Schumacher. Ma intanto, l’inglese Lewis Hamilton si gode la festa che è arrivata dopo un GP del Messico sofferto: “Vivo un conflitto di forti emozioni, tra il grande risultato raggiunto e la gara terribile di oggi”.                                                                                                                    

E, d’altronde, chi vuole discutere Lewis Hamilton? 

Proprio nessuno, il fuoriclasse è lui, il resto dei piloti da anni arriva sempre dietro. La Mercedes è sempre la prima, tutte le altre rincorrono ed all’inizio di ogni anno ci provano ma dopo pochi mesi, i sogni vengono infranti da un campione che su di ogni tipo di pista, con il sole o la pioggia e con una capacità di guida da perfetto fuoriclasse, in grado di leggere bene la gara e di correre con una personalità forte e senza errori.

E la Ferrari ?

In casa Ferrari, mentalità fragile, a tratti ha dimostrato di essere più forte della stessa rivale tedesca ma implosa tra errori di Vettel ed una crisi interna dopo la morte di Marchionne, con manovre più o meno chiare che l’hanno distratta dall’obiettivo principale, quel mondiale che manca dal 2007  e che ogni volta sembra possibile ma che poi non arriva mai.

Ora la classifica è impietosa: 306 punti  per Lewis Hamilton , campionissimo, poi Vettel a 256, Bottas a189 e Raikkonen 186 e si pensa ormai al futuro.

In casa Ferrari si cambia, via Raikkonen e dentro Charles Leclerc, monegasco e dal 2016 membro della Ferrari Driver Academy, campione della GP3 2016 e della formula 2 2017.

In casa Mercedes non si cambia, i piloti saranno sempre gli stessi con Bottas che come al solito darà una grande mano ad Hamilton per la corsa al sesto successo.

E la gente, i tifosi, cosa pensano?

Tanti sono delusi, forse quest’anno più degli anni precedenti si sperava che la Rossa fosse protagonista ma forse la delusione più grande è stata proprio Vettel, un pilota bravo ma non un fuoriclasse e che ha sbagliato molto ma soprattutto la sua forza e la sua personalità non sono mai emerse come invece ci si aspetta da un campione che guida la Ferrari.

E per l’anno prossimo, il primo a pagare sarà Raikkonen                                                                    

Il finlandese andrà alla Sauber-Alfa Romeo:”…mi bastano le mie motivazioni, ho ancora la passione per le gare e per la Formula1”, così Raikkonen.

Dunque, aspettiamo la prossima stagione ma se volete scommettere qualche euro, io punterei ancora su Lewis Hamilton non solo perché ha una grande macchina ma soprattutto perché è il pilota più forte del circuito e, per ora, gli altri sembrano ancora molto lontani.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .