Passato e Presente Al via la nuova stagione con Paolo Mieli

Riparte dalla Grande Guerra

Passato e Presente Una settimana nella Grande Guerra, alla vigilia del centesimo anniversario della vittoria: cinque appuntamenti con i quali riparte il racconto storico di Paolo Mieli nella nuova stagione di Passato e Presente , il programma di Rai Cultura in onda dal lunedì al venerdì alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia.

Il primo appuntamento di Passato e Presente

Al centro del primo appuntamento, lunedì 29 ottobre, due personaggi chiave per le sorti del primo conflitto, che Mieli analizza con il professor Marco Mondini: Vittorio Emanuele III, il re soldato, e il generale Armando Diaz, il duca della vittoria, chiamato dal sovrano l’8 novembre 1917 a sostituire il generale Luigi Cadorna come Capo di Stato Maggiore dell’esercito italiano dopo Caporetto.

Il Generale Diaz

Nel momento peggiore del conflitto, in un clima di sfiducia e di diffidenza da parte degli alleati sulla determinazione dell’Italia a resistere e a riscattarsi dalla terribile sconfitta, il re soldato e il generale Diaz sapranno riportare l’esercito italiano sulla strada giusta, fino alla liberazione di Trento e Trieste e alla conclusione vittoriosa del conflitto.

La liberazione di Trento e Trieste

Nei giorni successivi, poi, Paolo Mieli e Passato e Presente racconteranno l’odissea dei prigionieri con il professor Alessandro Barbero; la liberazione di Trento e Trieste con il professor Antonio Gibelli; le vicende dei mutilati di guerra con la professoressa Barbara Bracco; e il mito del combattente con il professor Giovanni Sabbatucci.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .