Peter Gomez Due interviste esclusive con Enrico Montesano e Paolo Rossi

La Confessione Un nuovo appuntamento questa sera

La ConfessioneNuovo appuntamento con La Confessione questa sera alle ore 23:00 sul NOVE, subito dopo il live di Fratelli di Crozza. Questa settimana, Peter Gomez intervista Enrico Montesano e Paolo Rossi.

 Il direttore de ilfattoquotidiano.it apre con Enrico Montesano, protagonista a teatro dello spettacolo Il Conte Tacchia“Questo è Walter Veltroni, ecco una serie di sue battute: ‘er Perlana dell’Ulivo’, ‘il candidato con l’ammorbidente’, ‘cuore di panna’.

Peter Gomez : Questi sono i nomignoli che aveva inventato, perché ce l’aveva con lui?

Enrico Montesano “A me ha deluso Veltroni un po’ perché non era più quel giovane funzionario che alle Botteghe Oscure parlava di cultura – spiega Montesano – E poi invece un po’ mi sembra che si sia perso. Sono stati un po’ ingrati”

Peter Gomez : Cosa si sarebbe aspettato?

Enrico Montesano “Che se tu ti spendi, ti dai, ti impegni, ti si riconosca”

Peter Gomez : Senta, questo è un altro sindaco che lei ha appoggiato, poi però a un certo punto lei decide di appoggiare Alemanno. Anche lui un ingrato?

Enrico MontesanoRutelli io l’ho aiutato a diventare sindaco di Roma, gli ho portato 8.300 preferenze. Non gli ho chiesto niente e lui nominò come consulente per le periferie Maurizio Costanzo. Con tutto l’affetto e la simpatia per Maurizio che è un grande giornalista e un grande uomo di cultura e intelligenza, però io al Trullo, a Montecucco, a Corviale non l’ho mai visto”

Peter Gomez Non è forse che Costanzo gli garantiva i rapporti con Mediaset e Berlusconi?

Enrico MontesanoCerto però lui non doveva dimenticare i compagni che lo avevano aiutato”.

Peter Gomez Oggi, se posso chiedere, chi ha votato alle ultime elezioni?

Enrico MontesanoCinque stelle”.   

 A seguire, alle ore 23:30, il comico Paolo Rossi, a teatro con Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles, si racconta a Peter Gomez. “Questo signore è Matteo Salvini che lei non ha citato tra i comici. Cosa pensa di lui? È pericoloso?”, chiede il conduttore. 

Paolo Rossi “Sì”

Peter Gomez : Perché?

Paolo Rossi “Io credo molto nella legge del ritorno. Penso che ci sia dietro qualcun altro, c’è sempre dietro qualcun altro. Non è paranoia anche se i paranoici a volte hanno anche ragione. Quando arrivò il nazismo, il fascismo, molti intellettuali, anche di sinistra dicevano: ‘Ma no, sono quattro pirla, non succederà niente’” 

Peter Gomez : Quindi lei ritiene in realtà più pericoloso Salvini, dal suo punto di vista, che Berlusconi?

Paolo Rossi “No, Berlusconi mi manca come comico”

 


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .