Dogman verso gli Oscar L’Italia punta su Garrone

E’ il candidato italiano per i prossimi Oscar

oscar

Sarà Dogman di Matteo Garrone il film su cui punterà l’Italia per i prossimi Oscar, i 91esimi, che si terranno a Los Angeles, domenica 24 febbraio 2019. Lo ha comunicato oggi la commissione selezionatrice dell’Anica. “La commissione di selezione per il film italiano da candidare all’Oscar istituita dall’Anica lo scorso giugno, su incarico dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, riunita davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli, Marta Donzelli, Gian Luca Farinelli, Antonio Medici, Silvio Soldini, Maria Carolina Terzi, Maria Sole Tognazzi, Stefania Ulivi, Enrico Vanzina – spiega una nota dell’Anica – ha designato il film Dogman di Matteo Garrone a rappresentare il cinema italiano alla selezione del Premio Oscar per il miglior film in lingua straniera alla 91/a edizione degli Academy Awards“.

Ora inizia un lungo iter verso gli Oscar che terminerà il prossimo 22 gennaio 2019, quando verranno rivelate le 5 pellicole in concorso per la vittoria dell’Oscar al Miglior film straniero. Il film di Garrone aveva già partecipato quest’anno al Festival del Cinema di Cannes dove aveva portato a casa il premio per la miglior interpretazione maschile, andato a Marcello Fonte.

La trama di Dogman

L’esistenza di Marcello (Marcello Fonte) scorre sempre uguale e indifferente tra le pieghe di in una periferia sospesa tra la grande metropoli e la natura incontaminata. Persona mite e tranquilla, Marcello gestisce un salone di toelettatura per cani. Durante le sue giornate deve destreggiarsi tra il lavoro, la figlia adorata, Sofia, e l’ambiguo rapporto di sudditanza con Simoncino (Edoardo Pesce), un ex pugile da poco uscito di prigione e temuto da tutto il quartiere per i suoi atteggiamenti al limite della follia.

Continuamente vittima di bullismo e soprusi, ma legato dalla lealtà nei suoi confronti in quanto amico di vecchia data, Marcello finisce col tradire non solo la sua stessa moralità, ma anche i suoi compaesani. Il peso delle proprie azioni diventa sempre più insostenibile, tanto che arriverà ad autoaccusarsi, finendo per un anno in carcere, lontano dalla figlia di cui doveva prendersi cura. Dopo aver perso tutto e tutti, arriva finalmente per Marcello la presa di coscienza, insieme a un’irrefrenabile sete di vendetta…


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .