Emmy 2018 Il trono di Spade e La fantastica signora Maisel sbancano i premi

Hanno vinto in tutte le categorie più importanti per quanto riguarda il drama e la commedia

Emmy 2018Gli Emmy 2018 hanno incoronato 2 vincitori, anzi due dominatori, su tutte le serie e i programmi tv dell’anno. Uno era prevedibile, parliamo di Il trono di spade – Game of Thrones, la serie HBO che si sta avviando al suo grandissimo finale dopo 8 stagioni. Per la serie tratta dai romanzi di George R. R. Martin si porta a casa ben 7 premi, tutti quelli più importanti e viene eletta come miglior serie drammatica dell’anno. Dalla parte comedy invece il dominio è tutto di La fantastica signora Maisel (The Marvelous Mrs. Maisel) la serie prodotta da Amazon prime e firmata da Amy Sherman Palladino, la creatrice di Una mamma per amica. Con un po’ di sorpresa ha sbaragliato la concorrenza, anzi l’ha polverizzata. 5 premi, anche qui tutti quelli più importanti, miglior serie comedy, miglior attrice protagonista per Rachel Brosnahan, miglior attrice non protagonista per Alex Borstein, miglior sceneggiatura e Miglior regia per Amy-Sherman Palladino.

Le briciole rimaste per le altre serie vedono Henry Winkler AKA Fonzie vincere finalmente un Emmy per il suo ruolo in Barry. The Americans, la serie spionistica di FX, che da pochi mesi ha chiuso con un gran finale, vince solo per il miglior attore non protagonista, premio andato a Matthew Rhys. Claire Foy invece per The Queen ha vinto il premio per Miglior attrice protagonista in una serie drammatica, l’unico premio un po’ di peso per Netflix, quest’anno praticamente a secco. Qui sotto trovate tutte le categoprie e i vincitori.

Tutti i vincitori degli Emmy 2018

Miglior serie drammatica

Il Trono di Spade (Game of Thrones), distribuita da HBO
The Americans, distribuita da FX
The Crown, distribuita da Netflix
The Handmaid’s Tale, distribuita da Hulu
Stranger Things, distribuita da Netflix
This Is Us, distribuita da NBC
Westworld – Dove tutto è concesso (Westworld), distribuita da HBO

Miglior serie commedia

La fantastica signora Maisel (The Marvelous Mrs. Maisel), distribuita da Amazon Video
Atlanta, distribuita da FX
Barry, distribuita da HBO
Black-ish, distribuita da ABC
Curb Your Enthusiasm, distribuita da HBO
GLOW, distribuita da Netflix
Silicon Valley, distribuita da HBO
Unbreakable Kimmy Schmidt, distribuita da Netflix

Miglior miniserie

American Crime Story – L’assassinio di Gianni Versace, distribuita da FX
L’alienista (The Alienist), distribuita da TNT
Genius: Picasso, distribuita da Nat Geo
Godless, distribuita da Netflix
Patrick Melrose, distribuita da Showtime

Miglior reality competitivo

America’s Next Drag Queen (RuPaul’s Drag Race), distribuito da VH1
The Amazing Race, distribuito da CBS
American Ninja Warrior, distribuito da NBC
Project Runway, distribuito da Lifetime
Top Chef, distribuito da Bravo
The Voice, distribuito da NBC

Miglior varietà talk show

Last Week Tonight with John Oliver, distribuito da HBO
The Daily Show with Trevor Noah, distribuito da Comedy Central
Full Frontal with Samantha Bee, distribuito da TBS
Jimmy Kimmel Live!, distribuito da ABC
The Late Late Show with James Corden, distribuito da CBS
The Late Show with Stephen Colbert, distribuito da CBS

Miglior varietà di sketch

Saturday Night Live, distribuito da NBC
At Home with Amy Sedaris, distribuito da truTV
Drunk History, distribuito da Comedy Central
I Love You, America with Sarah Silverman, distribuito da Hulu
Portlandia, distribuito da IFC
Tracey Ullman’s Show, distribuito da HBO

Miglior attore protagonista in una serie drammatica

Matthew Rhys, per aver interpretato Philip Jennings in The Americans
Jason Bateman, per aver interpretato Marty Byrde in Ozark
Sterling K. Brown, per aver interpretato Randall Pearson in This Is Us
Ed Harris, per aver interpretato L’Uomo in Nero in Westworld – Dove tutto è concesso
Milo Ventimiglia, per aver interpretato Jack Pearson in This Is Us
Jeffrey Wright, per aver interpretato Bernard Lowe in Westworld – Dove tutto è concesso

Miglior attrice protagonista in una serie drammatica

Claire Foy, per aver interpretato la regina Elisabetta II in The Crown
Tatiana Maslany, per aver interpretato Sarah Manning, Helena, Alison Hendrix, Cosima Niehaus, Rachel Duncan, Krystal Goderitch, Elizabeth (Beth) Childs, Jennifer Fitzsimmons, Katja Obinger, Tony Sawicki, Veera Suominen (M.K.), Camilla Torres e un clone senza nome in Orphan Black
Elisabeth Moss, per aver interpretato Difred / June Osborne in The Handmaid’s Tale
Sandra Oh, per aver interpretato Eve Polastri in Killing Eve
Keri Russell, per aver interpretato Elizabeth Jennings in The Americans
Evan Rachel Wood, per aver interpretato Dolores Abernathy in Westworld – Dove tutto è concesso

Miglior attore protagonista in una serie commedia

Bill Hader, per aver interpretato Barry Berkman / Barry Block in Barry
Anthony Anderson, per aver interpretato Andre “Dre” Johnson Sr. in Black-ish
Ted Danson, per aver interpretato Michael in The Good Place
Larry David, per aver interpretato Larry David in Curb Your Enthusiasm
Donald Glover, per aver interpretato Earnest “Earn” Marks in Atlanta
William H. Macy, per aver interpretato Frank Gallagher in Shameless

Miglior attrice protagonista in una serie commedia

Rachel Brosnahan, per aver interpretato Miriam “Midge” Maisel in La fantastica signora Maisel
Pamela Adlon, per aver interpretato Sam Fox in Better Things
Allison Janney, per aver interpretato Bonnie Plunkett in Mom
Issa Rae, per aver interpretato Issa Dee in Insecure
Tracee Ellis Ross, per aver interpretato Rainbow “Bow” Johnson in Black-ish
Lily Tomlin, per aver interpretato Frankie Bergstein in Grace and Frankie

Miglior attore protagonista in una miniserie o film

Darren Criss, per aver interpretato Andrew Cunanan in American Crime Story – L’assassinio di Gianni Versace
Antonio Banderas, per aver interpretato Pablo Picasso in Genius: Picasso
Benedict Cumberbatch, per aver interpretato Patrick Melrose in Patrick Melrose
Jeff Daniels, per aver interpretato John O. Neill in The Looming Tower
John Legend, per aver interpretato Gesù in Jesus Christ Superstar Live in Concert
Jesse Plemons, per aver interpretato Robert Daly in Black Mirror – USS Callister

Miglior attrice protagonista in una miniserie o film

Regina King, per aver interpretato Latrice Butler in Seven Seconds
Jessica Biel, per aver interpretato Cora Tannetti in The Sinner
Laura Dern, per aver interpretato Jennifer Fox in The Tale
Michelle Dockery, per aver interpretato Alice Fletcher in Godless
Edie Falco, per aver interpretato Leslie Abramson in Law & Order True Crime: The Menendez Murders
Sarah Paulson, per aver interpretato Ally Mayfair-Richards in American Horror Story: Cult

Miglior attore non protagonista in una serie drammatica

Peter Dinklage, per aver interpretato Tyrion Lannister ne Il Trono di Spade
Nikolaj Coster-Waldau, per aver interpretato Jaime Lannister ne Il Trono di Spade
Joseph Fiennes, per aver interpretato Fred Waterford in The Handmaid’s Tale
David Harbour, per aver interpretato Jim Hopper in Stranger Things
Mandy Patinkin, per aver interpretato Saul Berenson in Homeland
Matt Smith, per aver interpretato il Principe Filippo, duca di Edimburgo in The Crown

Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica

Thandie Newton, per aver interpretato Maeve Millay in Westworld – Dove tutto è concesso
Alexis Bledel, per aver interpretato Emily / Diglen in The Handmaid’s Tale
Millie Bobby Brown, per aver interpretato Undici (Eleven) in Stranger Things
Ann Dowd, per aver interpretato Zia Lydia in The Handmaid’s Tale
Lena Headey, per aver interpretato Cersei Lannister ne Il Trono di Spade
Vanessa Kirby, per aver interpretato la principessa Margarett in The Crown
Yvonne Strahovski, per aver interpretato Serena Joy Waterford in The Handmaid’s Tale

Miglior attore non protagonista in una serie commedia

Henry Winkler, per aver interpretato Gene Cousineau in Barry
Louie Anderson, per aver interpretato Christine Baskets in Baskets
Alec Baldwin, per aver interpretato Donald Trump al Saturday Night Live
Tituss Burgess, per aver interpretato Titus Andromedon in Unbreakable Kimmy Schmidt
Brian Tyree Henry, per aver interpretato Alfred “Paper Boi” Miles in Atlanta
Tony Shalhoub, per aver interpretato Abraham “Abe” Weissman in La fantastica signora Maisel
Kenan Thompson, per aver interpretato vari personaggi al Saturday Night Live

Miglior attrice non protagonista in una serie commedia

Alex Borstein, per aver interpretato Susie Myerson in La fantastica signora Maisel
Zazie Beetz, per aver interpretato Vanessa “Van” Keefer in Atlanta
Aidy Bryant, per aver interpretato vari personaggi al Saturday Night Live
Betty Gilpin, per aver interpretato Debbie “Liberty Belle” Eagan in GLOW
Leslie Jones, per aver interpretato vari personaggi al Saturday Night Live
Kate McKinnon, per aver interpretato vari personaggi al Saturday Night Live
Laurie Metcalf, per aver interpretato Jackie Harris in Roseanne
Megan Mullally, per aver interpretato Karen Walker in Will & Grace

Miglior attore non protagonista in una miniserie o film

Jeff Daniels, per aver interpretato Frank Griffin in Godless
Brandon Victor Dixon, per aver interpretato Giuda Iscariota in Jesus Christ Superstar Live in Concert
John Leguizamo, per aver interpretato Jacob Vazquez in Waco
Ricky Martin, per aver interpretato Antonio D’Amico in American Crime Story – L’assassinio di Gianni Versace
Édgar Ramírez, per aver interpretato Gianni Versace in American Crime Story – L’assassinio di Gianni Versace
Michael Stuhlbarg, per aver interpretato Richard Clarke in The Looming Tower
Finn Wittrock, per aver interpretato Jeffrey Trail in American Crime Story – L’assassinio di Gianni Versace

Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film

Merritt Wever, per aver interpretato Mary Agnes McNue in Godless
Sara Bareilles, per aver interpretato Maria Maddalena in Jesus Christ Superstar Live in Concert
Penélope Cruz, per aver interpretato Donatella Versace in American Crime Story – L’assassinio di Gianni Versace
Judith Light, per aver interpretato Marilyn Miglin in American Crime Story – L’assassinio di Gianni Versace
Adina Porter, per aver interpretato Beverly Hope in American Horror Story: Cult
Letitia Wright, per aver interpretato Nish in Black Mirror – Black Museum

Miglior regia per una serie drammatica

Stephen Daldry, per l’episodio Pater familias di The Crown
Jason Bateman, per l’episodio I rintocchi della campana di Ozark
Matt e Ross Duffer, per l’episodio Capitolo nove – La porta di Stranger Things
Jeremy Podeswa, per l’episodio Il drago e il lupo de Il Trono di Spade
Daniel Sackheim, per l’episodio Stanotte improvvisiamo di Ozark
Kari Skogland, per l’episodio Dopo di The Handmaid’s Tale
Alan Taylor, per l’episodio Oltre la Barriera de Il Trono di Spade

Miglior regia per una serie commedia

Amy Sherman-Palladino, per l’episodio Pilot di La fantastica signora Maisel
Mark Cendrowski, per l’episodio L’asimmetria della farfalla di The Big Bang Theory
Donald Glover, per l’episodio FUBU di Atlanta
Bill Hader, per l’episodio Chapter One: Make Your Mark di Barry
Mike Judge, per l’episodio Initial Coin Offering di Silicon Valley
Hiro Murai, per l’episodio Teddy Perkins di Atlanta
Jesse Peretz, per l’episodio Pilot di GLOW

Miglior regia per un film, miniserie o speciale drammatico

Ryan Murphy, per l’episodio L’uomo da copertina di American Crime Story – L’assassinio di Gianni Versace
Edward Berger, per Patrick Melrose
Scott Frank, per Godless
David Leveaux e Alex Rudzinski, per Jesus Christ Superstar Live in Concert
Barry Levinson, per Paterno
David Lynch, per Twin Peaks
Craig Zisk, per la puntata 9/11 di The Looming Tower

Miglior regia per uno speciale varietà

Glenn Weiss, per The Oscars
Stan Lathan, per Dave Chappelle: Equanimity
Michael Bonfiglio, per Jerry Seinfeld: Jerry Before Seinfeld
Marcus Raboy, per Steve Martin & Martin Short: An Evening You Will Forget for the Rest of Your Life
Hamish Hamilton, per Super Bowl LII Halftime Show Starring Justin Timberlake

Miglior sceneggiatura per una serie drammatica

Joel Fields e Joe Weisberg, per l’episodio Inizio di The Americans
Peter Morgan, per l’episodio L’uomo del mistero di The Crown
David Benioff e D. B. Weiss, per l’episodio Il drago e il lupo de Il Trono di Spade
Bruce Miller, per l’episodio June di The Handmaid’s Tale
Phoebe Waller-Bridge, per l’episodio Nice Face di Killing Eve
Matt e Ross Duffer, per l’episodio Capitolo nove – La porta di Stranger Things

Miglior sceneggiatura per una serie commedia

Amy Sherman-Palladino, per l’episodio Pilot di The Marvelous Mrs. Maisel
Alec Berg, per l’episodio Fifty-One Percent di Silicon Valley
Alec Berg e Bill Hader, per l’episodio Chapter One: Make Your Mark di Barry
Donald Glover, per l’episodio L’uomo alligatore di Atlanta
Stefani Robinson, per l’episodio Il Barbiere di Atlanta
Liz Sarnoff, per l’episodio Chapter Seven: Loud, Fast, and Keep Going di Barry

Miglior sceneggiatura per un film, miniserie o speciale drammatico

William Bridges e Charlie Brooker, per Black Mirror – USS Callister
Scott Frank, per Godless
Mark Frost e David Lynch, per Twin Peaks
Kevin McManus e Matthew McManus, per l’episodio Pulizia di American Vandal
David Nicholls, per Patrick Melrose
Tom Rob Smith, per l’episodio La casa sul lago di American Crime Story – L’assassinio di Gianni Versace

Miglior sceneggiatura per uno speciale varietà

John Mulaney, per John Mulaney: Kid Gorgeous At Radio City
Melinda Taub, Samantha Bee, Pat Cassels, Mike Drucker, Eric Drysdale, Mathan Erhardt, Miles Kahn, Nicole Silverberg, Ashley Nicole Black, Joe Grossman, Sean Crespo, Razan Ghalayini, Tyler Hall, Allana Harkin, Paul Myers, Halcyon Person, Mike Rubens, per Full Frontal with Samantha Bee Presents: The Great American* Puerto Rico (*It’s Complicated)
Michelle Wolf, per Michelle Wolf: Nice Lady
Patton Oswalt, per Patton Oswalt: Annihilation
Steve Martin e Martin Short, per Steve Martin & Martin Short: An Evening You Will Forget for the Rest of Your Life


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .