Alvaro Soler e il nuovo album

Suoni e ritmi spagnoli

Alvaro SolerIo parlo tante lingue, ma nessuna bene; faccio tante cose, ma nessuna bene. Sono fatto così, per me non c’è un colore dominante“. Alvaro Soler celebra, con un’intervista all’Ansa, lo spirito da cittadino del mondo nella sua seconda compilation Mar de colores , in uscita domani. A lanciarlo è l’ultimo dei suoi successi, La cintura (due dischi di platino) che, semmai ce ne fosse stato bisogno,  conferma la presa del cantautore spagnolo sul pubblico italiano.

Del singolo, presentato come apripista anche in remix con Flo Rida e l’ex Violetta Tini Stoessel, l’album conserva lo spirito ironico, scanzonato e danzante. Uno stile declinato in brani – si legge sull’Agenzia italiana – dal piglio latin urban come Histerico e Au au au, o più tradizionali come Ella e Veneno: “C’è stata un’evoluzione naturale – ha spiegato Alvaro Soler ieri a Milano – Il primo album era un esperimento, con quello abbiamo messo le fondamenta di un’estetica, con questo costruiamo la casa“.

Per questo Avaro Soler reputa più mature le nuove tracce

Come la canzone-manifesto Puebla, ispirata in parte all’omonima città messicana, che non ha però mai visitato: “Volevo – ha dichiarato – prendere una città come esempio per dire che ognuno ha un luogo dove si sente a casa. Quando una persona esce dal suo paese si porta dietro le tradizioni, sono parte del suo carattere, e condividerle è bello e gioioso.”

Alvaro Soler in Italia

Nel mese Soler tornerà a Napoli, Milano e Roma il 15, 16 e 17 settembre per tre incontri in-store. Intanto lo spagnolo pensa a un nuovo live, che approderà il 9 maggio al Forum di Assago. Buona musica e soprattutto ritmi che ti fanno dimenticare per qualche istante le difficoltà della vita.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .