The Americans Ultimo giro di valzer per le due spie della Madre Russia

L’ultima puntata della serie andrà in onda il 30 maggio, dopo 6 intense stagioni

The AmericansThe Americans chiude i battenti. La saga di Philip ed Elizabeth Jennings sta per arrivare al suo compimento. A meno di 45 minuti dalla fine, ancora è difficile capire come possa finire una delle serie più amate, analizzate e portate ad esempio degli ultimi anni. Dopo 6 stagioni di forti emozioni e bassi ascolti (segno che la qualità in America viene comunque premiata ogni tanto, vedi anche i rating di una serie come Mad Men) The Americans giunge al termine e lo fa senza essere mai scesa a compromessi, senza snaturarsi o perdere il suo stile e la sua idea iniziale. Un traguardo impressionante in un mondo dove la qualità delle serie tv crolla drasticamente dopo appena 1-2 stagioni.

The Americans non si è mai guardata indietro e mai si è guardata intorno. Ha preso la sua strada, l’ha imboccata con forza, fiera delle lodi dei critici, degli esperti e di chi una serie non la guarda semplicemente ma va ad analizzare ogni aspetto. Non è mai stata tra le serie più chiacchierate, non ha il battage pubblicitario e il merchindise di una Game of Thrones o Breaking Bad, non ha vinto i premi di un House of cards, ma è arrivata sin qui con una tenacia e una abilità dei suoi autori senza pari.

Ora finisce tutto

E finisce nella maniera più naturale, senza corse, senza lo spettro della cancellazione, senza dover per forza accontentare un certo pubblico occasionale. Chi ha seguito The Americans fin dall’inizio ormai ha capito aspettarsi da questa serie. Eppure, è difficile anche per loro capire cosa aspettarsi dal gran finale. Attenzione, qui andremo un po’ di spoiler.

Siamo ormai dentro la perestroika, Gorbachov sta cambiando per sempre l’Unione Sovietica, il muro di Berlino ha i giorni contati eppure Elizabeth (interpretata da una fenomenale Keri Russell) è stata fino all’ultimo fedele alla vecchia Madre Russia. Quella che non accetta il cambiamento, che combatterà sempre i gusti e gli usi, i consumi dell’occidente. Fino all’illuminazione, fino a quando Elizabeth ha capito che il Centro sta agendo nel modo sbagliato e che il cambiamento è inevitabile e giusto, soprattutto per il Popolo.

Philip (Matthew Rhys, strepitoso anch’esso) a questa conclusione era arrivato da tempo. Stanco del mondo in cui erano usati dal Centro, stanco di essere una pedina, un killer senza più un’etica, una morale e soprattutto un’anima. La sua occidentalizzazione era già iniziata dall’acquisto della muscle car delle prime stagioni, ma la volontà di slegarsi dal mondo spionistico, si era radicata in lui da tempo. Convincere sua moglie era pressochè impossibile, e ha dovuto vederla sbattere il muso e sbagliare da sola per vederla dal suo lato.

Ora sono in fuga, hanno forse i minuti contati, devono agire in fretta, senza pensare troppo. L’FBI sembra essere sulla pista giusta e probabilmente non ci sarà neanche il tempo di salutare i propri figli “americani”. Henry, sempre distante dalla famiglia, dalle tensioni e dalla realtà, e soprattutto Paige, costretta a scorpire la verità sui proprio genitori e finita in un mondo ben più grande di lei ma abbracciato con forza d’animo e volontà. Che ne sarà di lei ora che tutto sta per essere distrutto? Che ne sarà di una povera ragazza figlia inconsapevole di due spie sovietiche?

E Stan (Noah Emmerich) riuscirà davvero a fermare i suoi migliori amici e vicini? E’ a un passo dalla verità ma non ha il coraggio forse per andare fino in fondo. Sà ma non vuole. E qualora arrivasse a essere l’unico in grado di fermarli, cosa farà realmente?

Tanti dubbi e un’unica certezza; questa serie non ci ha mai abiutato a colpi di scena impossibili, capovolgimenti improvvisi, scrittura fantastica senza un reale collegamento con i fatti accaduti fino a quel momento. Sarà un finale in linea con le 6 stagioni, sarà il saluto finale a una coppia che ci mancherà tanto.

L’appuntamento è nella notte tra il 30 e il 31 maggio italiana, sul canale americano FX. Per il finale in italiano invece dovremo aspettare che Fox (su Sky) inizi a mettere in programmazione l’intera sesta stagione, per la quale ancora non c’è una data.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .