M I misteri del memoriale di Aldo Moro e l’omicidio di Mino Pecorelli

Nella terza puntata guidata da Michele Santoro

MMichele Santoro torna domani, 24 maggio, alle 21.05 su Rai3 con M  per la terza di quattro puntate dedicate a una ricostruzione inedita della vicenda Moro.    

 M  intreccia il docudrama in forma di fiction con il teatro in diretta e l’approfondimento giornalistico. Protagonista della terza puntata sarà Tommaso Buscetta, che rivivrà in studio nell’interpretazione di Claudio Castrogiovanni. In scena appariranno, tra gli altri, Remo Girone nel ruolo di Giulio Andreotti, Gaetano Aronica nel ruolo di Aldo Moro, Diego Verdegiglio nel ruolo di Francesco Cossiga, Paolo Briguglia nel ruolo del capo delle Brigate Rosse Mario Moretti, Fabrizio Buompastore nel ruolo del maresciallo Angelo Incandela e Roberto Accornero nel ruolo dell’impresario Ezio Radaelli.

Filo conduttore della fiction sarà la vicenda di Mino Pecorelli, direttore di OP-Osservatore Politico, interpretato da Carmelo Galati. Accanto a lui Antonietta Bello nel ruolo di Silvia, una giovane giornalista che indaga sui misteri del caso Moro; Christian Burruano nel ruolo del falsario Tony Chichiarelli e Giuseppe Antignati nel ruolo di Mister X.

Al centro del racconto della terza puntata di M i misteri connessi al memoriale di Aldo Moro ritrovato nel covo milanese delle Br di via Monte Nevoso. Il memoriale diventerà il centro del lavoro d’inchiesta di Pecorelli, convinto che qualcuno abbia tramato per occultare parte delle carte di Moro, sottraendone le parti più esplosive. La sua vicenda s’intreccerà con quella del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, alla ricerca di una verità indicibile e che minaccia la vita dello Stato e di quanti provano a portarla alla luce.   

In studio la vicenda rivivrà come se si stesse svolgendo in tempo reale e al pubblico a casa verrà chiesto di interagire per misurare come è mutata la sensibilità rispetto ai temi che allora divisero l’opinione pubblica. Questa settimana la domanda chiave.

Dietro la morte di Mino Pecorelli c’è un segreto di Stato?

Nella gestione del memoriale Giulio Andreotti ha tutelato il proprio interesse o quello delle istituzioni?

Ospite della terza puntata di M sarà un testimone d’eccezione: l’ex capitano Roberto Arlati, che guidò il blitz di via Monte Nevoso del 1 ottobre del 1978 alla testa del reparto speciale antiterrorismo dei Carabinieri. A loro fianco la squadra di commentatori composta da Marco Damilano, Ilaria Moroni, Lanfranco Pace, Annalisa Chirico e Sara Rosati.    


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .