Il Salone del libro di Torino si è concluso Un bilancio con il Direttore Nicola La Gioia

SaloneE’ con Nicola La Gioia , Direttore già dallo scorso anno del Salone internazionale del libro, che ci intratteniamo per due chiacchiere sull’edizione che ha da poco chiuso la sua quarta di copertina.  Partendo dal tema chiave “ Un giorno tutto questoLa Gioia ha commentato:” In un mondo in cui il tempo verbale meno praticabile sembra essere il futuro, noi proviamo a ragionare su quello che ci aspetta. Che senso ha ragionare su un futuro di cui non ci sentiamo parte in causa? Il futuro non è scritto, è di chi riesce ad immaginarlo. La cultura è una forza trasformativa ed il Salone ha la fortuna di essere ogni anno in contatto con le migliori menti sparse in giro per il pianeta, scrittori, scienziati, filosofi, storici, registi , musicisti, ai quali abbiamo chiesto di provare ad immaginare il futuro

La presenza dei Premi, nazionali ed internazionali

Le risposte infatti sono arrivate ed al Salone erano presenti a discutere e a portare il loro contributo su questo tema, editori e operatori culturali provenienti da oltre trenta paesi. Hanno partecipato premi Nobel (Herta Muller, scrittrice tedesca Nobel per la letteratura 2009) e premi Oscar( Giuseppe Tornatore). Palme d’Oro,(Guillermo Arriaga, messicano, palma d’oro come migliore sceneggiatura del film Il seklvaggio) e premi Strega(Paolo Cognetti e  Fernando Arambau, scrittore spagnolo che ha ricevuto il premio Strega proprio quest’anno) fino ad Andrew Sean Greer, scrittore americano, nuovo Premio Pulitzer con il suo libro “ Less”.

Dalle dieci del mattino alle otto di sera il Lingotto è stato foriero di incontri e discussioni su questi temi, e non solo. Numerose le iniziative a suggellare il successo inaspettato di questa edizione con un calendario fitto di appuntamenti : presentazioni di libri, conferenze a temi diversi, letture ed eventi organizzati e gestiti dai vari editori/ espositori, piccole e nuove case editrici .

Il Salone è un progetto della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura promosso da Regione Piemonte e Città di Torino. Con il Protocollo d’Intesa siglato il 14 dicembre 2017, l’organizzazione e realizzazione della 31a edizione sono state affidate alla Fondazione Circolo dei lettori e alla Fondazione per la Cultura Torino, che si sono avvalse, per le attività organizzative, del personale della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, opportunamente distaccato.

Dieci le Regioni italiane sono state presenti con il proprio stand istituzionale: Piemonte, Valle D’Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia (con Pordenonelegge.it), Toscana, Marche, Umbria, Calabria, Puglia, Sardegna. Oltre alla Francia, Paese Ospite d’onore, i Paesi presenti al Salone con un proprio spazio sono Azerbaigian, Cina, Romania (con l’Istituto Culturale Romeno), l’Emirato Arabo di Sharja. Tantissimi gli spazi dedicati alle piccole case editrici, che puntano molto sul salone del libro di Torino per promuoversi ed avere grande visibilità.

Quest’anno è rientrata al salone la casa editrice Mondadori insieme ad alte grandi case editrici, assenti lo scorso anno. Buon segno

Per chiudere, le considerazioni finali sul Salone appena concluso del Direttore La Gioia , che sono molto positive e lusinghiere .” il successo è stato clamoroso, i numeri parlano da  soli, Torino ancora una volta e ancora di più ha dimostrato che quando una squadra lavora bene , i risultati sono evidenti.”


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .