Il padre Lessico Famigliare

Questo il titolo della seconda puntata

padreLa madre, il padre , il figlio, la scuola. Sono gli archetipi su cui si fonda la nostra società e saranno al centro della seconda puntata di Lessico famigliare, in onda su Rai3 questa sera alle 23.10. Lo psicoanalista e scrittore Massimo Recalcati racconta questi ruoli, fondamentali per la formazione della personalità, esponendo tesi e suggestioni proprie della psicoanalisi, qui punteggiate e arricchite da interviste, contributi filmati, letture di testi, citazioni cinematografiche.

Un tempo i padri mettevano le mani addosso ai figli. Lo facevano per educarli e per impartirgli una lezione. Lo spiega senza peli sulla lingua il padre intervistato ne “I bambini e noi”, storica inchiesta Rai di Luigi Comencini del 1970, con la quale si apre la seconda puntata di “Lessico famigliare”. Quel padre , dice Recalcati, non esiste più e non dobbiamo provarne nostalgia. Anche perché quel tipo di padre si è incarnato in personaggi tragici come Adolf Hitler e Benito Mussolini. Tuttavia il padre , cioè il custode della Legge, colui che a partire dal divieto dell’incesto fissa in noi il limite, il necessario senso di ciò che è possibile o non è possibile fare, è evaporato.

Che cosa resta del padre , dopo la scomparsa del padre? 

C’è il padre capace di conservare il fuoco, cioè il senso, la testimonianza, e di lasciarlo in eredità nelle mani del figlio. Ed è il padre raccontato ne “La strada”, il capolavoro letterario di Cormac McCarthy, delle cui pagine dà una grande e intensa interpretazione l’attore Alessio Boni. C’è il padre capace di tenere acceso nel figlio il desiderio della vita, come mostra Roberto Benigni in una famosa scena de La vita è bella. Il padre, infine, come scrisse Freud, è colui che sa chiudere gli occhi, che sa liberarsi dall’ansia di controllo sulla vita del figlio, avendo comprensione e amore della sua libertà e autonomia.

In questa puntata Michele Serra racconta in una breve e schietta intervista chi era suo padre e chi è stato lui come padre.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .