Playoff NBA imperdibile finale di Western Conference

Golden State VS Houston a ovest mentre Cleveland ancora attende il nome del prossimo avversario

PlayoffSiamo in dirittura d’arrivo ormai, la penultima tappa di questi Playoff sta arrivando. Queste finali di Conference ci dividono dalle Finals che partiranno da metà giugno e vedranno affrontarsi le due vincitrici della rispettiva franchigia. Per adesso ci sono già tre candidate al titolo in attesa dell’ultima che si deciderà dalle prossime gare tra Boston e Philadelphia. E’ la battaglia dei Rookie, due squadre giovani che hanno voglia di vincere, da un lato Jayson Tatum affiancato da Terry Rozier III contro Joel Embiid e Ben Simmons. Le prestazioni di sua maestà LeBron James hanno qualificato i Cavaliers con un netto 4-0 ai danni di Toronto. Ma le gare di stanotte hanno messo in chiaro che la finale più agguerrita sarà proprio quella della Western Conference tra Houston e Golden State.

Chris Paul spezza il maleficio e torna alle finali di franchigia

La sciagura è durata esattamente per 86 partite di Playoff, record negativo per il 33enne due volte oro olimpico. Tre anni fa quando era ancora a Los Angeles uscì proprio a causa dei Texani ma stanotte è stato proprio lui a garantire il passaggio del turno. Una prestazione che gli è valsa come massimo realizzativo nel post-season, 41 punti come regalo di compleanno a Coach D’Antoni. James Harden ai microfoni elogia il suo playmaker: “Chris ha giocato in modo incredibile”. Dall’altra parte Donovan Mitchell stella di Utah ha detto a CP3: “porta a casa l’anello, mi raccomando”. Un augurio da parte di un giovane campione che ha visto Chris Paul più come un tutor che come avversario in queste 5 gare. D’altronde Houston ha terminato in testa alla classifica la regular-season e Utah aveva già speso molte energie nello scontro con OKC e l’infortunio di Rubio ed Exum non hanno certamente aiutato. I Jazz escono comunque a testa altissima e con grandi speranze per le prossime stagioni.

Il quartetto delle meraviglie guida Golden State allo scontro con Houston

Golden State conclude la serie sul 4-1 contro i Pelicans, gara 5 si è conclusa 113-104. Nulla di strano, i Warriors si sono dimostrati nettamente più forti nonostante le ottime prestazioni di Davis e Rondo che in gara 4 avevano portato alla vittoria. Ciò che fa preoccupare gli avversari è il fatto che di quei 113 punti complessivi 94 siano delle 4 stelle di coach Steve Kerr. Durant 24 punti, Curry 28, Green 19, Thompson 23. Curry dopo il doppio infortunio che gli ha permesso di giocare una sola gara in 50 partite è tornato più affamato che mai. Durant dimostra sempre una freddezza mostruosa e raramente sbaglia una giocata. Houston ha dimostrato di saper gestire grandi squadre anche con facilità ma questa sfida sarà diversa. E’ probabilmente il confronto più bello a cui si possa assistere in questi Playoff, forse anche più delle Finals stesse.

Chiunque delle due passasse con molta probabilità dovrà affrontare LeBron con i suoi Cavaliers, ma LeBron è da solo. Houston e Golden state hanno entrambe delle squadre formate da macchine da combattimento, sono con molta probabilità le due migliori della lega. Il re siede sul trono da solo e nonostante abbia dimostrato di potersi far carico di qualunque sfida, l’eventualità di trovarsi davanti Curry o Harden metterà sicuramente a dura prova il suo predominio sul campo. Domani notte si giocherà gara 5 tra Boston e Philadelphia e nel caso vinca Boston il re dovrà affrontare l’ultimo ostacolo prima delle Finals di Playoff.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .