‘La stanza di Freya Stark’ Asolo rende omaggio alla viaggiatrice inglese

A 25 anni dalla morte di Freya Stark una sezione espositiva in suo onore

A 25 anni dalla morte di Freya Stark, il comune trevigiano di Asolo, onorerà l’esploratrice e scrittrice inglese con una sezione espositiva permanente – ” La Stanza di Freya Stark”.

L’omaggio a Freya Stark

Freya StarkI 25 anni trascorsi dalla morte di Freya Stark hanno stimolato il comune di Asolo ad omaggiare la grande viaggiatrice con una sezione espositiva intitolata in suo onore.

Freya, Non solo fu una delle prime donne occidentali a viaggiare nel Deserto Arabico, ma esplorò anche aree in cui pochi europei erano stati. Fu una donna che visse in piena libertà, senza essere bloccata da alcun tipo di barriera mentale; dimostrò sempre grande curiosità ed audacia che le permisero di fidarsi dell’ignoto.

Freya assaporò la voglia di sognare leggendo Le Mille e una Notte: il suo amore per il mondo arabo nacque così. Si dedicò con passione alla lettura e alle lingue straniere ed il suo primo viaggio in Medio Oriente lo affrontò all’età di 35 anni. Visse tra la Villa di Asolo, nel trevigiano, ed il Medio Oriente. Nel 1993 organizzò il suo ultimo viaggio, quello dal quale non tornò più, ma la sua passione visse attraverso la letteratura.

Oltre al suo spirito avventuriero, Freya può essere considerata tutt’oggi una grande icona della libertà ed emancipazione delle donne. La sua incredibile vita è raccontata in quattro grandi autobiografie, considerando gli anni dal 1893 al 1946.

Dal 12 al 16 maggio verrà inaugurata “La stanza di Freya”, realizzata grazie alla donazione di Anna Modugno, assistente personale della Stark nell’ultimo periodo della sua vita per celebrarla al meglio.

Freya Stark, che scelse Asolo, nel trevigiano, come propria patria d’elezione e che nel borgo morì all’età di cento anni è come se vi ritornasse con i suoi disegni, i suoi oggetti, i suoi taccuini di viaggio che ne raccontano le sfaccettature della personalità, le sue passioni e soprattutto la sua determinazione.

 

 

 


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .