Cannes 2018 Si parte ! Ecco i film da non perdere

Oggi inizia la 10 giorni dedicata al grande cinema sulla croisette

Cannes 2018, ci siamoCannes . Al via la 71esima edizione nel segno del No Selfie, No Netflix, e orari folli delle proiezioni per i quali tutti i giornalisti al mondo si sono lamentati (parlo dell’infame proiezione delle 16). Sarà un festival ricco, ricchissimo come al solito, merito di una presidente di giuria più bella che mai, Cate Blanchett, e ovviamente di loro, dei veri protagonisti, i film selezionati e in corsa per la palma d’oro e i principali premi corollari.

Festival che prende il via l’8 maggio e chiuderà il 19 maggio. Come detto vietati i selfie, non ci sarà Netflix, bandita dalla croisette e film simbolo e poster è stato scelto Il bandito delle 11 (Pierrot le fou) diretto da Jean-Luc Godard nel 1965 con Jean Paul Belmondo e Anna Karina. Godard che sarà presente come partecipante, per l’ennesima volta.

Si parte con il film d’apertura Todos lo saben diretto dal regista Asghar Farhadi e con la coppia anche nella vita vera, Penelope Cruz, Javier Bardem. E cos’altro ci sarà assolutamente da vedere? Ve lo sveliamo qua sotto.

I film assolutamente da non perdere a Cannes 2018

The Man Who Killed Don Quixote di Terry Gilliam
L’ex Monty Pyton finalmente può dare alla luce il film più complicato, rinviato, fatto, rifatto e in bilico per essere ancora cancellato o bloccato nella sua distribuzione, della storia. Finalmente vedremo cosa la sua mente ha partorito e a cui ha lavorato e quasi dovuto rinunciare negli ultimi 15 anni.

Dogman di Matteo Garrone
Torna Garrone e lo fa con una storia oscura legata alla criminalità italiana ma non centralmente. Dogman racconta le vicende del canaro della magliana, un uomo vessato da un criminale di quartiere che ebbe la sua truculenta e sconvolgente rivincita. Chance di vincere? E’ un film molto cupo e violento, dipenderà tutto dalla presidentessa Cate.

Ahlat Agaci (The wild pear tree) di Nuri Bilge Ceylan
Ceylan, turco, è come i fuoriclasse e ai festival da il suo meglio. Come Haneke o Lav Diaz, se partecipa a un festival, difficilmente torna a casa a mani vuote. Segnatevi il nome del suo film, ne riparleremo il 19 sera.

Todos lo saben di Asghar Farhadi
Film d’apertura e ritorno di uno degli autori più interessanti del panorama mondiale. Primo film della sua carriera lontano dall’Iran e alle prese con un’altra lingua e un cast di stelle di Hollywood. Grandissime aspettative e curiosità.

BlacKkKlansman di Spike Lee
Spike Lee torna con una produzione ad alto budget, nomi altisonanti nel cast e soprattutto un film che promette di divertire e scandalizzare. Il primo nero che si infiltrò nel KKK. Lui dice che non sarà una commedia spiccia, ma sui generis. Noi non vediamo l’ora.

Lazzaro felice di Alice Rohrwacher
Insieme a Garrone la nostra speranza per vincere e riportare la Palma in Italia. Corpo celeste e Le meraviglie erano delle autentiche gemme. Di Alice Rohrwacher ci fidiamo a occhi bendati.

Trois Visages di Jafar Panahi
Il regista dissidente più famoso del mondo torna con una nuova storia. Insieme a Farhadi è il simbolo di un cinema e una cultura iraniana che non conosce limiti religiosi o imposizioni di stato.

Jiānghú érn (Ash is purest white) di Jia Zhangke
La Nuova Cina raccotata da Zhangke nei suoi film è come non la potremmo mai immaginare. Sorprendente. In questa nuova pellicola al centro c’è la storia d’amore tra una ballerina e un gangster, ambientata in una povera città industriale cinese. Occhio che la Palma è alla sua portata.

The House That Jack Built di Lars von Trier
Perdonato e riammesso a Cannes ma non ancora in concorso. Torna il pazzo Lars con una storia che definisce la più cupa della sua carriera. Cast d’eccezione per una pellicola che di sicuro farà parlare di sè. Chissà poi Lars cosa si inventerà sul tappeto rosso.

Donbass di Sergei Loznitsa
Avete visto Austerlitz all’ultimo Venezia? Allora capirete perchè qualsiasi progetto di questo documentarista non va perso.

Solo: A Star Wars Story di Ron Howard
Uno spin off si Star Wars direttamente a Cannes. C’è Ron Howard, c’è la storia di uno dei personaggi più fighi della saga. Ci sono tutti gli ingredienti per un filmone.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .