Roman Polanski e Bill Cosby espulsi dalla giuria degli Oscar

L’Academy of Motion Pictures Arts and Sciences ha espulsi i due, accusati di molestie sessuali e stupro

Roman PolanskiRoman Polanski e Bill Cosby, accusati di aver molestato e stuprato diverse donne, sono stati ufficialmente espulsi dall’Academy of Motion Pictures Arts and Sciences, ovvero l’èlite di Hollywood che ha il “potere” di decretare i vincitori degli Oscar. Una notizia che non sorprenderà i molti dato il momento storico in cui ci ritroviamo, nel bel mezzo del post scandalo Wesinstein sulle molestie sessuali a Hollywood e con movimenti come TimesUp e MeToo sempre più importanti e centrali nella discussione pubblica, fino addirittura alla vittoria del premio Pulitzer per i giornalisti le cui inchieste fecero luce sugli scandali sessuali.

La decisione è stata presa non appena la notizia di un nuovo processo nei confronti di Bill Cosby è arrivata su tutti i giornali del mondo. L’ex Robinson è accusato da oltre 50 donne di essere state molestate e stuprate, inserendo delle droghe nei loro drink -ad esempio- a loro insaputa. Cosby rischia almeno dieci anni di carcere. L’attore oggi 78enne non ha mai ammesso le sue colpe.

Discorso diverso per Roman Polanski, accusato nel 1977 dalla tredicenne Samantha Geimer di aver avuto un rapporto sessuale durante un party a casa dell’amico Jack Nicholson. Polasnki venne giudicato colpevole di sesso non consenziente con una minorenne (che essendo minorenne non potrà mai essere consenziente) e comminata una pena di 2 mesi di reclusione, gli arresti domiciliari e la proibizione di entrare negli Stati Uniti. Polanski ammise le sue colpe e chiese scusa alla Geimer. Da quel giorno però sono passati più di 40 anni, perchè colpirlo ora?

Forse per via delle nuove accuse di stupro piombategli sulla testa di recente, formulate da Renate Langer, che sostiene di essere stata stuprata nel 1972 a Gstaad, in Svizzera, quando aveva appena 15 anni.

Ora l’Academy non perdona più nessuno, è intransigente

Il prossimo a cadere potrebbe essere Woody Allen? Non è mai stato giudicato colpevole da nessun tribunale ma l’opinione pubblica sembra ormai averlo scaricato, tanto che il suo prossimo film, A rainy day in New York, potrebbe non vedere mai la luce del proiettore dei cinema.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .