Lorenzo Quinn Le sue mani che abbracciano Venezia saranno rimosse

Al via le operazioni per la rimozione delle due grandi mani

Le mani di Lorenzo Quinn , che affiorano dall’acqua della città lagunare, saranno interamente rimosse entro il sette maggio prossimo. L’opera di Quinn era stata installata un anno fa in occasione della Biennale Arte 2017.

QuinnGenesi dell’opera “Support” di Quinn

Support” è il nome dell’opera creata da Lorenzo Quinn, installata per denunciare i cambiamenti climatici che stanno investendo il mondo intero. Le due grandi mani incontrano e sostengono le pareti in stile gotico-bizantino del bellissimo Hotel Ca’ Sagredo, all’altezza di Largo Santa Sofia, catturando l’attenzione di tutti visitatori della città.

Ogni mano pesa circa 2500 kg ed entrambe sono state realizzate in materiale plastico espanso, con una struttura interna metallica retta su quattro pilastri, che penetrano il Canale fino a 12 metri circa.

Le mani possono costruire, distruggere, annientare e salvare; per questo l’opera denuncia una condizione potenzialmente svantaggiosa per Venezia, ma soprattutto per il pianeta in generale. Le mani simboleggiano una forma di sostegno in favore di una tematica, quella del clima, che ci riguarda da vicino, da più di cinquant’anni. Si tratta di un messaggio di lotta contro il cambiamento climatico e Venezia in particolare va supportata, anche dall’arte . Ciò che accade alla città lagunare ha eco in tutto il mondo e con questa opera si tocca con mano questa verità.

Quinn si è mostrato demoralizzato per la rimozione della sua installazione, ma spera che quest’ultima possa restare a Venezia , in una collocazione aperta al pubblico.

Dal 3 al 7 maggio letteralmente ci taglieranno le mani ma siamo in contatto con l’amministrazione comunale e le altre autorità affinché l’opera possa restare a Venezia. Io la dono a voi, a tutti. La dono ai veneziani, che tanto l’hanno amata. Venezia rappresenta l’umanità, qui abbiamo fatto storia dell’arte”– così ha dichiarato Quinn.

Dopo la rimozione “Support” tornerà in Spagna, dove Lorenzo Quinn ha lo studio, ma il proposito fondamentale è quello di farla tornare in Italia.

Tutte le sculture veicolano un messaggio positivo ed ottimista e questa in particolare dà un’idea di cambiamento e azione in onore del nostro Pianeta.

 

 

 


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .