Bob Dylan lancia il suo marchio di whisky

La linea per intenditori Heaven’s door uscirà in maggio

Bob Dylan Chiamare un whisky Heaven’s door sembra a tutti gli effetti un’apologia dell’alcolismo. In realtà è solo la citazione da una canzonemito“, citazione autorizzata ovviamente, visto che l’autore e interprete è anche il produttore della “paradisiaca” bevanda. Bob Dylan , cantautore, premio Nobel per la Letteratura nel 2016, nonché artista figurativo si lancia adesso anche nel mercato del whisky artigianale in compagnia di un nutrito gruppo di star dal pallino imprenditoriale: dalla tequila di Clooney (poi venduta a un miliardo a un noto marchio), al vino toscano di Sting.

Al fianco di Bob Dylan , un imprenditore del settore, Marc Bushala, 52 anni, già titolare del marchio di bourbon Angel’s Envy. Il mese prossimo, il lancio sul mercato di Heaven’s Door, una raccolta di tre whiskey: uno di segale, un bourbon classico del Tennessee e un whisky a “doppia canna“. Prodotto artigianale e rigorosamente di nicchia (qui potrete saperne di più: www.heavensdoor.com) dove anche le bottiglie si presentano come opere d’arte, inguainate nelle sculture in metallo realizzate dallo stesso Dylan.

Entrambi volevamo creare una collezione di whisky americani che, a modo loro, raccontassero una storia“, ha detto Bob Dylan al New York Times. “Ho viaggiato per decenni, e sono stato in grado di provare alcuni dei migliori spiriti che il mondo del whisky ha da offrire. Questo è un ottimo whisky“.

Trattasi di affari, ma anche di passione

Come rimarca il NYT Bob Dylan entra nel mercato del whisky artigianale in un momento in cui gli affari stanno esplodendo. “Aiutate da una mania per i cocktail classici, le vendite di whisky americano sono cresciute del 52 percento negli ultimi cinque anni, passando a 3,4 miliardi di dollari nel 2017, secondo i dati del Distilled Spirits Council“.

Ma come sanno i fan del cantautore, il whisky è stato un filo conduttore nella musica di Bob Dylan , vedi il brao tratto dall’album del 1970 “Self Portrait“, che descrive in dettaglio il processo di distillazione. (“Prendi un bollitore di rame, prendi una bobina di rame / Riempila con una nuova poltiglia di mais e mai più ti affaticherai“).


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .