Abba Il ritorno

Finalmente dopo annunci su annunci nei decenni scorsi il gruppo svedese si riunisce

Abba È una notizia che per i loro numerosissimi fans distribuiti in tutto il mondo va al pari dell’incontro tra i due leader coreani Moon Jae-in e Kim Jong-un che parlano tra di loro di pace. Gli Abba ritornano in sala di incisione. Tutti e quattro, nessuno escluso. La notizia è apparsa sul loro profilo Instagram  “Abbiamo avuto la sensazione che, dopo 35 anni, potesse essere divertente riunire le forze e tornare insieme in studio di registrazione. E così abbiamo fatto. E’ stato come se il tempo si fosse fermato e ci fossimo presi solo una breve vacanza. Un’esperienza entusiasmante!“. Un vero e proprio fulmine a ciel sereno sul quale oramai nessuno avrebbe più scommesso.

Sugli Abba si può scrivere di tutto e di più vista la loro storia che impersona il sogno. E come tale, per tutti i fans che non hanno mai smesso di seguirli e incoraggiarli ad un eventuale reunion, la favola sembra avere una sua continuità. Agnetha Faltskog, Bjorn Ulvaeus, Benny Andersson, e Anni-Frid (Frida) Lyngstad, i quatto di Svezia come i quattro di Liverpool, rientrano in sala di incisione dopo aver comunicato che nuovi brani sono stati preparati e, aggiungiamo noi,  che saranno da sommare alle tantissime Hit che hanno firmato nel corso degli anni che furono. Dopo Il ritorno dello Jedi, ritornano, quindi, anche gli Abba.

Dopo 35 anni

E lo faranno alla siderale distanza di 35 anni dal loro scioglimento. Fino a quella data gli Abba vendettero circa 400 milioni di album distribuiti in tutto il pianeta terra. Non male per un’attività durata solamente dodici anni, dal 1970 al 1982. Ma lo faranno per il momento in forma digitale per un tour multimediale mondiale dal titolo Abbatar che verrà presentato a dicembre in uno speciale televisivo prodotto dalla NBC e dalla BBC nel corso del quale si potranno ascoltare le nuove produzioni come I Still Have Fair In You. Naturalmente tutto questo fermento e tutto questo nuovo debutto è confermato dal loro manager Gorel Hanser.

Una vera chicca

Il loro acronimo Abba, ricavato direttamente dai loro nomi, Agnetha, Benny, Björn e Anni-Frid (Frida), tornerà a farsi spazio nelle classifiche di vendita di tutto il mondo. Come lo fece in Inghilterra quando scalzarono dal primo posto nientepopodimeno che i Queen con Rohemian Rhapsody. La chicca di questo avvicendamento è che nel testo degli altri quattro della band dei Queen compariva l’inciso Oh, mama mia, mama mia (Mama mia, let me go.). Ebbene la canzone degli Abba che scalzò dalla vetta Bohemian Rapsody dei leggendari Queen fu proprio Mamma Mia !  Se non è destino questo .


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .