Anna Maria Ortese

L’altro ‘900

Anna Maria OrteseNapoli, il dolore, la silenziosa grandezza delle piccole persone, un mondo immaginifico e fiabesco collocato in un tempo e in una dimensionealtri”, tra i preziosismi visionari di Basile e le fantasie di Hoffmann; un’erranza vissuta e raccontata con ostinazione, un amore dolce e struggente per la natura: è l’opera di Anna Maria Ortese di cui ricorreva nel marzo 2018 il ventennale della scomparsa – la protagonista dell’ultimo appuntamento con “L’altro ‘900”, il programma di Isabella Donfrancesco e Alessandra Urbani in onda questa sera alle 21.15 su Rai5.

Il suo dolore profondo e personale

A ripercorre la figura di Anna Maria Ortese nella puntata sono gli scrittori Silvio Perrella e Nadia Fusini. Grande scrittrice del nostro Novecento, “non meno di Virginia Woolf” come sottolinea Nadia Fusini, la Ortese non era nata a Napoli ma di questa città è intessuta tutta la sua opera. Città di molti ritorni e di altrettante partenze, è presente nelle pagine della scrittrice segnate da un dolore profondo e personale. Due guerre e alcuni precoci lutti famigliari, la povertà, la delusione per l’immobilismo di molti intellettuali, lo struggente sentimento per gli esseri deboli e diversi e la coscienza profonda di essere e sentirsi creatura fra creature. Ultima con gli ultimi della terra.

Da qui – dice ancora Nadia Fusini – sgorga  la gioia di un immaginario che diventa realtà, la scrittura come massima espressione della libertà in un territorio dove tutto è possibile. Qui nasce la favola.

Appartata fino all’ostinazione, Anna Maria Ortese ha sottratto a lungo la sua immagine al mondo e ai lettori: rari i documenti fotografici che la ritraggono, perché è soltanto attraverso la parola scritta che aveva deciso di essere nel mondo. La lettura delle sue pagine più belle è affidata alla sensibilità interpretativa di Daria Deflorian.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .