Little Big Italy C’è un’Italia che vive fuori dall’Italia

Francesco Panella parte alla scoperta del buon mangiare italiano all’estero

Little Big Italy Da questa sera e per ogni domenica alle 21:25 sul NOVE, Francesco Panella partirà alla scoperta di Little Big Italy in cerca di autentici sapori italiani all’estero. La missione è semplice: dimostrare che si può mangiare bene italiano anche in giro per il mondo. In sua compagnia il pubblico da casa viaggerà dagli Stati Uniti all’Europa (New York, Boston, San Francisco, Londra, Parigi, Berlino e Siviglia) alla ricerca dei ristoranti che meritano il titolo di Little Big italy.

All’estero ci sono circa 70 milioni di oriundi di origine italiana e 5 milioni di italiani, i cosiddetti expat. È un’altra Italia, fatta di uomini e donne che portano la cultura e soprattutto la cucina del Belpaese in giro per il mondo. Come Francesco Panella, ristoratore ed erede di una grande tradizione, quella dell’Antica Pesa di Roma, storico ristorante frequentato da molte celebrities italiane ed internazionali.

Francesco ha portato il marchio di famiglia nel mondo aprendo nuovi ristoranti a Doha e a New York

Oggi fare cucina italiana all’estero – afferma Panella – vuol dire far viaggiare una persona in un paese fantastico, forse il più ricco e il più bello del mondo. Io non vedo l’ora di andare a scoprire storie, sensazioni, memorie… So quanto amore c’è nell’Italia che non è in Italia, e questo programma è l’occasione perfetta per raccontare tutto questo”.

 In ogni città Francesco Panella incontrerà 3 italiani all’estero, concorrenti della sfida, che lo porteranno a mangiare nel loro ristorante del cuore, dove ritrovare il sapore di casa. Con una sfida all’ultimo piatto per Little Big Italy, assaggeranno i piatti e voteranno 3 categorie: la scelta dell’expat, il piatto forte dello chef e la voglia di italiano all’estero di Francesco Panella, un fuori menù.

Alla fine di ogni pasto ci saranno i voti, da 1 a 5 gettoni per ogni piatto, e Francesco contribuirà al risultato finale con un voto in più, quello dedicato all’italianità che potrà essere decisivo. In palio per l’expat una bonus card valida un anno per mangiare nel suo ristorante del cuore, per il ristoratore il titolo di miglior ristorante Little Big italy .