Addio proiettore Al cinema arrivano gli schermi LED

Primo esemplare a Zurigo, uno schermo luminoso da 26 milioni di LED

cinema Il futuro del cinema potrebbe essere nello schermo. Non parliamo dell’industria cinematografica in sè, ma dei luoghi fisici, i multisala. Il 18 marzo scorso infatti a Zurigo è stato provato il primo schermo LED senza proiettore. Per farla semplice, non più un mega telone con proiettore abbinato, ma un televisore ultrapiatto gigantesco. CinemaLED Onyx si chiama e le sue caratteristiche tecniche sono 26 milioni di LED, nero perfetto, luminosità 10 volte superiore e un HDR strabiliante. I singoli pixel sono pilotati ad una frequenza incredibile, 3000 Hz, la quale permette di avere una visione in 3D con occhiali, luminosa e priva di cross-talk. Addio proiettore?

Se volete provare dovrete recarvi all’Arena Cinemas di Zurigo, un grande multisala adiacente a un centro commerciale. La sala 5, dopo la ritrutturazione completa è stata dotata di questo nuovo ritrovato della tecnologia che, a quanto detto da chi l’ha provato con i propri occhi, offre una esperienza visiva senza precedenti. Si tratta del primo nel mondo compatibile 3D (mentre uno ne esiste già a Seoul in Corea del Sud).

La risoluzione totale del megaschermo Onyx è di 4096×2160, il 4K cinematografico. La larghezza totale invece è di 10 metri ma si creeranno degli schermi di anche 14 metri ad 8K. Una rivoluzione che sembra ancora lontana e molto costosa ma che presto potremmo provare anche in Italia in qualche grande catena.

L’esperienza permette di avere una visione senza alcun disturbo da fonti luminose e garantisce un formato non scalabile per immagini mai sgranate o opache. Visto che le TV del salotto stanno diventando sempre più grandi e tecnologiche, il cinema, prende spunto e propone il proprio mega salotto.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .