Cristiano Ronaldo rovescia la Juventus

Umano o alieno ?

Ronaldo Siamo al minuto 64 del grande match Juventus Real Madrid all’Allianz Stadium di Torino, nell’incontro d’andata dei quarti di finale di Champions League. E’ Cristiano Ronaldo , numero uno al mondo, a firmare una rete da antologia: un capolavoro di fantasia, tecnica, coordinazione, una rovesciata meravigliosa da circa undici metri dalla porta di Buffon che ha portato il Real Madrid sul 2-0.

E cosa è subito successo?

Tutto lo stadio Juventino si è alzato in piedi ed ha decretato una standing ovation a questo fenomeno che di nome fa Ronaldo e di professione fa il marziano. Ronaldo si è inchinato, ha portato il suo pugno al cuore ed ha sorriso e ringraziato un pubblico meravigliosamente sportivo.

Il noto quotidiano spagnolo Marca, si è divertito a misurare l’effettiva altezza raggiunta da Cristiano Ronaldo : ben 2 metri e 38 centimetri, con una potenza come ha detto in una intervista dopo la gara il difensore juventino Andrea Barzagli mai vista prima e con quel colpo secco che si è sentito forte e chiaro.

La rovesciata nel gioco del calcio è un gesto tecnico, di livello molto difficile, effettuato per calciare il pallone al volo e dove occorre coordinare bene i movimenti dell’intero corpo, fare attenzione agli avversari e a se stesso. E se il pallone finisce poi in rete allora il gesto diventa un gran gol, un gol come quello di Ronaldo che sicuramente rimarrà nella storia del calcio.

Per la verità Cristiano Ronaldo , un altro bellissimo gol lo aveva già realizzato dopo appena 3 minuti di gioco. Una rete di esterno nell’angolino alla sinistra di Buffon, un gol anche questo da applausi e che ha dato il via ad una serata poi conclusasi con la tripletta finale degli ospiti ed un pronostico al Bernabeu nel ritorno ormai già ben chiaro: per la Juventus salvo il miracolo, la strada della Champions League termina qui.

Colpe, recriminazioni, demeriti, mancanza di personalità, tutto cose vere, tutte cose che hanno caratterizzato la gara e che dovranno fare riflettere i tecnici della Juventus, però, al di là delle mancanze difensive o della prova ancora non certo da fuoriclasse del tanto atteso Dybala (la sua partita si è conclusa con l’espulsione al 65, piede alto sul petto di Carvajal, decretata dall’ arbitro turco Cakir) e di altri campioni juventini, quello che è parso a tutti è che il Real Madrid è sicuramente una grandissima squadra ma ha anche tra le proprie fila un fuoriclasse paragonabile a qualsiasi grandissimo giocatore che ha fatto la storia del calcio, da Pelè a Maradona, da Cruijff a Van Basten, da Messi a Platini, da Di Stefano a Bobby Charlton.

Un giocatore da leggenda, Cristiano Ronaldo , 589 gol realizzati, pallone d’oro, scarpa d’oro, 400 milioni di dollari di fatturato e tanto, tantissimo talento che ha portato in giro per il mondo e che ha saputo regalare gioie e soddisfazioni a chiunque ami il gioco del calcio.  E, siamo convinti, nonostante i suoi 33 anni, saprà regalarci ancora altre meraviglie sportive.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .