Diane Kruger

Chi fa il mio mestiere vive lontano dalla realtà

Diane Kruger Con il ruolo di Katja in Oltre la notte ( Golden Globe come miglior film straniero) del grande regista turco Fatih Akin  ( La sposa Turca, Soul Kitchen)dal 15 marzo al cinema,  la bellissima Diane Kruger  ha vinto la Palma d’oro come miglior interpretazione all’ultimo festival di Cannes  e ha dato prova di una grande capacità interpretativa reggendo sulle sue spalle gran parte di questo bello e drammatico film che racconta il dolore di Katya (Diane Kruger, Palma d’Oro a Cannes) per la morte di suo marito Nuri e del figlio Rocco, in seguito ad un attentato terroristico di matrice neonazista.

Diane Kruger  «E’ il più importante film della mia carriera – racconta da Parigi dove vive quando non è a New York, dove si trova la sua seconda casa –  per la storia che racconta, ispirata a fatti realmente accaduti in Germania, intorno al 2011, attentati che sconvolsero la comunità turca e che all’inizio furono addebitati a vendette per possibili piccoli reati delle vittime, sottovalutando la matrice di estrema destra. E poi è importante,  perché per la prima volta, recito in un film ambientato nel mio paese di nascita, la Germania

Com’è stato l’incontro con Fatih Akin ?

Diane Kruger  «Amo talmente il suo cinema che tempo fa ad un nostro incontro gli chiesi che se avesse mai avuto un ruolo per me mi avrebbe dovuto chiamare subito e così ha fatto. »

Un ruolo molto complicato, tutto il film si basa sulla storia di Katja. Come l’ha affrontato?

Diane Kruger  «Non è stato semplice, e non solo perché la storia è concentrata sul dolore, sul sentimento di giustizia di Katja, ma anche perché ho incontrato le mogli delle vere vittime di quegli attentati. Ho ascoltato la loro storia, il loro dolore, come hanno cercato di superare tutto questo.  Ho sentito una grande responsabilità nel dare voce e risalto a qualcuno che questa voce non ce l’ha, perché spesso la gente dimentica molto facilmente le vittime. »

Una responsabilità importante

Diane Kruger  «Non posso più trarre soddisfazione solo a far parte di un bel film. Chi fa il mio mestiere spesso si trova a vivere in una bolla, lontano dalla realtà. Sei in mezzo a gente che ti dice quanto sei bella e brava, se non hai grande forza e determinazione, ti perdi. Un ruolo come quello di Oltre la notte,  ti riporta a terra e ti aiuta a capire quanto sia tutto così futile e quanto puoi imparare dalle persone e dalle loro storie.»


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .