Bologna San Domenico

Per la serie La Croce e la Spada

Bologna La basilica di San Domenico è uno dei più prestigiosi luoghi di culto di Bologna, sede principale dell’ordine dei frati predicatori. Alla fine dell’undicesimo secolo la città era una delle più grandi in Europa e nel periodo della lotta per le investiture si istituì l‘insegnamento del diritto romano: così nacque la prima università d’Europa. La data convenzionale di nascita è il 1088, ma soprattutto nel dodicesimo secolo l’università di Bologna si arricchì con la presenza di celebri insegnanti e la nascita di un sistema particolare il cui potere era in mano agli studenti, creando una vera e propria comunità multietnica e internazionale all’interno della città.

Per tali ragioni Domenico e i suoi seguaci sceglieranno Bologna come sede del proprio ordine. Storie raccontate da “ La croce e la spada ”, la serie di Rai Cultura in onda questa sera alle 22.10 su Rai Storia.

Le origini spagnole

Domenico nacque intorno al 1172 a Caleruega, nel regno spagnolo di Castiglia, da una famiglia nobile. Studiò teologia, divenne sacerdote e per aiutare i poveri vendette tutto, persino i propri libri. Negli anni successivi fondò l’Ordine dei Frati Predicatori che, nato sulla Regola agostiniana, divenne qualcosa di totalmente nuovo, basato sulla predicazione itinerante, la mendicità, una serie di osservanze di tipo monastico e lo studio approfondito.

Il 22 dicembre 1216 papa Onorio III approvò la regola dell’ordine, che si sviluppò fino a inviare i monaci nei principali centri europei, fra i quali Bologna . Da quel momento, il nome della città si legò in maniera indissolubile a quello di Domenico, che proprio a Bologna morì il 6 agosto 1221 circondato dai suoi frati, nel suo amatissimo convento. I resti sono oggi conservati all’interno della famosa Arca di San Domenico.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .