Money Art

L’artista e la cartamoneta

Money ArtArte e denaro, ispirazione e finanza: mondi solo apparentemente lontani. La serie in quattro episodi di Money Art , che Rai Cultura propone da oggi alle 19.25 su Rai5, svela come nasce un capolavoro e come la storia dell’ arte sia indissolubilmente legata a quella del denaro. Apre la serie l’episodio dedicato ad arte e monete: il viaggio inizia dalla Pinacoteca e Biblioteca Ambrosiana di Milano, dove si conservano tesori inestimabili come il Codice Atlantico di Leonardo e una collezione di 3500 monete antiche, tra cui l’Elektron, la prima moneta della storia dell’uomo inventata dal mitico Re Creso nel 500 Avanti Cristo.

Da Edimburgo, poi, Money Art racconterà la storia avventurosa di un uomo controverso ma straordinario come John Law (Edimburgo 1671 – Venezia 1729) e della sua “invenzione”, la cartamoneta. Obiettivo, inoltre, sui molteplici usi e le forme che il denaro materiale ha preso nelle mani degli artisti: pittori che utilizzano la cartamoneta come fosse una tela, incisori che stampano monete sul cuoio e artisti che compongono con le banconote collage o realizzano origami.

In viaggio per i continenti

Il documentario Money Art attraversa i continenti per entrare nei luoghi topici dell’arte e della finanza e ricostruire l’intreccio tra eventi storici e opere di grandi artisti, da Michelangelo a Cattelan, spiegando le trasformazioni della committenza e il suo ruolo decisivo per la realizzazione di un’opera d’arte. Le storie dei capolavori sono narrate attraverso la testimonianza diretta di grandi artisti contemporanei e le esperienze a confronto tra committente, mecenate o sponsor e artista. I protagonisti della serie sono, tra gli altri, Jacob Fugger, detto il Ricco, e i suoi rapporti con Michelangelo, Bramante e Raffaello; John Law, spregiudicato finanziere scozzese dei primi del 1700, il primo a mettere in circolazione la carta moneta; John Maynard Keynes, uno dei più grandi economisti del XX secolo, che ha sostenuto la necessità dell’intervento pubblico statale nel sostegno alle arti.  


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .