Le magie dei campioni come Dybala e Insigne

L’altra sera mi stavo quasi addormentando

campioni La partitissima Lazio-Juventus stava regalando emozioni pari a zero e la voglia di girare canale era tanta. Poi, nei minuti che tanti chiamano zona cesarini (il nome deriva da Renato Cesarini, mezz’ala della Juventus negli anni 1930, che realizzò tanti gol sempre nei minuti finali e di recupero) ecco la magia che ti fa dire “ma quanto è bello il calcio, ma quanto è meraviglioso vedere gesta e giocate da campione come quello di Paulo Bruno Exequiel Dybala”. Siamo ad una manciata di secondi dalla fine, un tunnel a Luis Felipe, poi resiste in area al ritorno di Parolo e da terra Dybala, infila sotto la traversa il portiere laziale Strakosha e la Juve vince. Dybala segna un gol da applausi, una prodezza da incorniciare e poi la festa bianconera.

E’ ormai sera e mi chiedo, chissà se anche Napoli-Roma regala altre prodezze?

Aspetto la partita, un’altra grande gara tra due formazioni di livello assoluto ed ecco le magie di Insigne unite a quelle di Dzeko.

Il bomber della Roma è meraviglioso nelle sue giocate di testa ma il talento, l’inventiva, la classe di Lorenzo Insigne, ti fanno venire voglia di rimanere incollato al televisore fino in fondo.  Un girata di prima vincente, dribbling che fanno impazzire gli avversari, ecco il calcio è soprattutto questo: lo spettacolo del talento, le giocate dei campioni , le gesta di un fuoriclasse.

Applaudire qualcosa di straordinario che giocatori come Dybala e Insigne sono capaci di fare, fanno parte di quel mondo fantastico di sogni dove tutto può succedere anche cose impossibili. Essere bravi, per la verità, lo sono in tanti ma il talento, quello vero, cristallino, è raro e nello sport come nel resto della vita, le qualità quelle che regalano grandi gioie sono di pochi.

Dybala ed Insigne, due meravigliosi folletti che amano il bel calcio e capaci di far scoppiare l’entusiasmo del San Paolo e dell’ Allianz Stadium sono quegli artisti che, anche se poi ne verranno altri, saranno sempre ricordati come veri fuoriclasse.

Il calcio significa libertà, creatività, significa dare libero corso alla propria ispirazione”, così diceva Bob Marley, lui che di talento sicuramente ne sapeva qualcosa.

E quindi ben vengano gli Insigne ed i Dybala perché chi va allo stadio o chi ama lo sport dalla televisione ha bisogno di gioie, ha bisogno di vivere momenti fantastici, ha bisogno di ricordare delle gesta che faranno sempre parte di un passato ma che sono proprio quelle belle cose che ti fanno aspettare ed amare ancora di più il futuro.

Dybala ha la semplicità naturale del suo sinistro magico, Insigne un dribbling impossibile, incontenibile, tutti e due piccoli, tutte e due numeri 10, talenti da conservare e se avete voglia di divertirvi andateci allo stadio a vederli, io ogni volta che li vedo, mi innamoro.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .