La classifica settimanale dei libri più venduti 26 febbraio / 4 marzo

Tre debutti, Marone, Bignardi, Simenon mentre si conferma la vetta; tra le novità De Gregorio, Vallejo e la premiata coppia Cavallo-Favilli

La classifica settimanale 10 in classifica – Sofia Viscardi Abbastanza (Mondadori, 16,90€, 225 pagine)

Debutta subito in classifica la youtuber milanese, oggi diciannovenne, con il suo primo romanzo, storia di quattro amici e del loro anno della maturità a scuola. Due di loro si attraggono e poi si respingono, per poi fare di nuovo pace, sullo sfondo di libri e feste, viaggi e avventure, con qualche flashback e flashforward, cioè piccoli flash su ciò che era accaduto prima ma anche su ciò che potrebbe accadere dopo.

9 in classifica – Fabio Volo Quando tutto inizia (Mondadori, 19€, 180 pagine)

Resta ancora uno dei libri tra i più venduti, questa storia di un amore che sembra che ci capisca senza sforzo, ed è subito incanto. E qui sta anche la forza dell’autore bresciano, che sa colpire e attrarre col suo modo di parlare che sembra diretto proprio a noi, e infatti così accade nello sviluppo della trama. Fino a quando arriverà il momento di chiedersi se le persone che incontriamo servono a capire chi dovremo diventare e se ciò che è importante inizia quando sembra finito tutto.

8 in classifica – Daria Bignardi Storia della mia ansia (Mondadori,19€, 192 pagine)

È un romanzo con tanti spunti autobiografici per la giornalista conduttrice radio e tv, in cui la protagonista ha una madre distrutta dall’ansia, e di cui lei stessa si scopre vittima. Ha una famiglia, figli e marito amatissimi, intanto alcune conflittualità riescono a far emergere e a mettere in discussione alcuni equilibri, mentre alcune novità impreviste e inattese riescono a trasformare il clima di ansia.

7 in classifica – Lorenzo Marone Un ragazzo normale (Feltrinelli, 16.50€, 283 pagine)

Debutta in classifica la bella prova narrativa del talentuoso autore di Magari domani resto. È la storia di un ragazzino, Mimì, figlio del custode di un palazzo del Vomero a Napoli, che diventa amico di Giancarlo, che lui definisce il suo supereroe. Giancarlo è Giancarlo Siani, guida una Mehari verde, e scrive sul giornale. Siani era il giornalista de Il Mattino ucciso dalla camorra nel 1985, e proprio in quell’anno, grazie anche a lui, Mimì a dodici anni impara il valore dell’amicizia e dei legami veri.

6 in classifica – Georges Simenon Il fondo della bottiglia (Adelphi, 18€, 180 pagine)

Debutta in classifica uno dei due classici rieditati di Simenon, scritti dopo la morte del fratello (insieme a La neve era sporca) in cui la relazione familiare è la rete che diventa debole. Ad un avvocato rispettabile e di buona fama riappare all’improvviso il fratello minore, evaso dal penitenziario in cui era rinchiuso perché doveva scontare la pena per un tentato omicidio. La società tenta di proteggerlo e la vicenda scatena reazioni impreviste e dolorose.

5 in classifica – Michael Wolff Fuoco e furia. Dentro la Casa Bianca di Donald Trump (Rizzoli, 22€, 374 pagine)

Caso editoriale, ora tradotto anche in italiano, è il racconto del giornalista di Washington sull’ascesa di Trump, ci sono confidenze esclusive raccolte durante la sua campagna elettorale, a cui l’autore ha partecipato da vicino per poterne osservare i minimi dettagli, «come una mosca sul muro». Si svelano retroscena nei rapporti Usa-Russia e tra faide interne, e mentre Trump aveva tentato invano di bloccare il libro Wolff ha sempre confermato che «è tutto vero»; il giornalista politico ed editorialista aveva già scosso l’opinione pubblica con la biografia su Rupert Murdoch, imprenditore televisivo (da lui stesso voluta e poi ripudiata con clamore).

4 in classifica – Jojo Moyes Sono sempre io  (Mondadori, 19€, 440 pagine)

Attacca la vetta della classifica dei libri più venduti l’ultimo dell’autrice del bestseller del 2014 Io prima di te (da cui è stato tratto anche il film). Louise si trasferisce a New York per lavoro mentre il suo amore Sam è a Londra. I suoi datori di lavoro nascondono un segreto e per lei, in un periodo ricco e confuso di esperienze, arriva un uomo da cui si sente attratta, intanto cominciano i giorni in cui si deve chiedere il perché di tante cose.

3 in classifica – Alan Friedman Dieci cose da sapere sull’economia italiana prima che sia troppo tardi  (Newton Compton, 10€, 252 pagine)

Come capire i meccanismi che regolano lo Stato e comprendere come funziona l’economia? Qui l’autore ha l’obiettivo di spiegarlo con parole chiare, con cifre e statistiche per provare a leggere e interpretare la nostra società, con alcuni interrogativi come quelli sulla crescita dell’Italia, perché non ci sono più posti di lavoro e perché siamo i più tassati d’Europa.

2 in classifica – Andrè Aciman Chiamami col tuo nome (Guanda, 17€, 271 pagine)

È tornato alla ribalta grazie al film di Luca Guadagnino, ed è il romanzo dell’autore statunitense, esperto ed appassionato delle opere di Marcel Proust, che inizia vent’anni fa in riviera ligure, in vacanza, col diciassettenne Elio e il neolaureato e giovane americano Oliver, ospite nella casa, che in comune hanno le origini ebraiche ma molte passioni che si svelano poco a poco, come la letteratura, i film e le passeggiate. È un libro sul desiderio e il tempo, sull’estasi e sul tormento di una passione.

1 in classifica – Fred Vargas Il morso della reclusa (Einaudi, 20€, 432 pagine)

In vetta c’è ancora  il noir di Vargas, pseudonimo dell’autrice francese Frédérique Audouin-Rouzeau, con protagonista il commissario Adamsberg costretto ad anticipare il rientro dalle sue vacanze per seguire le indagini su tre omicidi. Apparentemente una serie di circostanze fa pensare ad una serie di incidenti casuali, avvenuti nel sud della Francia e causati dalla reclusa che è una specie particolare di ragno velenoso; il commissario si affiderà all’intuito e alla ricerca approfondita per tentare di risolvere il caso.

7 titoli a caccia di classifica: rivelazioni e novità fresche di stampa

Francesca Cavallo Elena Favilli Storie della buonanotte per bambine ribelli 2 (Mondadori, 19€, 224 pagine): si appresta a diventare bestseller anche il seguito del primo fortunatissimo libro delle due autrici, Libro d’Oro del 2017, il più venduto dell’anno, con quasi mezzo milione di copie comprate, pubblicato in 39 Paesi, progetto nato dal crowdfunding nel 2016. Ora ci sono 100 nuove biografie di donne straordinarie con altrettante illustrazioni di illustratrici di tuto il mondo. «Alle bambine ribelli di tutto il mondo: voi siete la promessa, voi siete la forza, non fate mai un passo indietro, e tutti ne faranno uno avanti!».

Un progetto di Concita De Gregorio Princesa e altre regine. 20 voci per le donne di Fabrizio De André (Giunti, 20€, 320 pagine): da un’idea arriva questo progetto corale, «Continuerai a farti scegliere o finalmente sceglierai?» , che prende forma (narrazione, fumetti, poesie) grazie alle donne incontrate da De André, capaci di trasformare in forza il dolore, che hanno imparato anche a ridere del proprio destino e che esistono senza etichette e senza giudizio, «In venti, qui, abbiamo ascoltato la musica, condiviso le parole, curato queste pagine che adesso arrivano a voi nella speranza che sappiano, con voi, fare altrettanto. Che siano le storie a leggervi mentre le leggete».

Virginia Vallejo Amando Pablo odiando Escobar (Giunti, 18€, 480 pagine): se vi siete appassionate alla serie Netflix Narcos, non potete perdere la vera storia della conduttrice tv colombiana e amante del narcotrafficante Virginia Vallejo, di come iniziò la relazione col capo del cartello di Medellìn, fino alla sua testimonianza chiave nel processo che coinvolse Escobar e fino alla sua cattura, il racconto di una storia d’amore ai limiti della politica e criminalità.

Ernest Cline Ready Player One (DeAgostini, 17€, 449 pagine): è già un must per chi ama la fantascienza e a breve ne uscirà il film diretto e prodotto da Steven Spielberg. Siamo nel 2045, una civiltà di un futuro non troppo lontano vive tra guerre, carestie e ingiustizie, il cui unico svago è una sorta di gioco-social-virtuale, a rischio dopo la misteriosa morte del suo ideatore.

Macello Romanzo selvaggio. Non fiction novel (Aliberti Compagnia Editoriale, 17€, 158 pagine): Macello è un collettivo di tre ragazzi e una ragazza, studenti in una Milano tecnologica e spietata, proprio come nel romanzo metropolitano e feroce, in stile Trainspotting, in cui i personaggi si intrecciano in un ordito folle, crudele, pieno di colpi di scena e di una tenerezza imprevedibile.

Serge Jouncour Affidati a me (Edizioni e/o, 18€, 333 pagine): romanzo ambientato in una Parigi affascinante, la storia tra Ludovic e Aurore, due vicini di casa, nasce inaspettata (e non voluta), ma si rivelerà ironica e commovente.

Ritanna Armeni Una donna può tutto. 1941: volano le Streghe della notte (Ponte alle Grazie, 16€, 230 pagine): la ricostruzione di un gruppo di ragazze sovietiche che si conquista un posto di primo piano nella lotta al terzo Reich, la storia di donne che hanno battuto il nazismo.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .