La classifica settimanale dei libri più venduti 19 / 25 febbraio

Tre debutti in classifica, Cottarelli, Viscardi e Wolff, mentre tra le novità in uscita occhio a Graham e Gamberale

La classifica settimanale 10 in classifica – Gianfranco Carofiglio Le tre del mattino (Einaudi, 16.50€, 176 pagine)

Un padre ed un figlio percorrono la loro storia e il loro viaggio è l’occasione per sviluppare un percorso ricco di commoventi scoperte. Siamo nei primi anni Ottanta, Antonio è un liceale introverso e suo padre è un importante matematico, i loro rapporti non sono mai stati facili ma qualcosa li unisce: il figlio che soffre di crisi epilettiche dovrà fare un esame particolare consigliato dal medico francese che lo ha in cura, e quindi i due partono per Marsiglia. Il test del ragazzo consiste nel restare sveglio per 48 ore, ma la vera prova inaspettata è l’incontro tra i due, un viaggio allegro e struggente sullo sfondo di una magica città.

9 in classifica – Sofia Viscardi Abbastanza (Mondadori, 16,90€, 225 pagine)

Debutta subito in classifica la youtuber milanese, oggi diciannovenne, con il suo primo romanzo, storia di quattro amici e del loro anno della maturità a scuola. Due di loro si attraggono e poi si respingono, per poi fare di nuovo pace, sullo sfondo di libri e feste, viaggi e avventure, con qualche flashback e flashforward, cioè piccoli flash su ciò che era accaduto prima ma anche su ciò che potrebbe accadere dopo.

8 in classifica – Carlo Cottarelli I sette peccati capitali dell’economia italiana (Feltrinelli, 15€, 174 pagine)

Da ex dirigente del Fondo monetario internazionale, Cottarelli espone con termini semplici i motivi di alcuni errori, a cui si può porre rimedio, del perché l’economia italiana non ce la fa a recuperare. Evasione, corruzione, burocrazia, giustizia lenta e divario tra Sud e Nord, l’autore ne dà una chiara spiegazione di come si possa migliorare e di come poter affrontare questi ostacoli.

7 in classifica – Umberto Eco Il fascismo eterno (La nave di Teseo, 5€, 51 pagine)

Argomento tornato prepotentemente alla ribalta, debutta in classifica questo pamphlet del grande intellettuale scomparso, in cui si ricostruisce come il fascismo sia ancora intorno a noi, in abiti civili, come lo stesso autore afferma, e che «può ancora tornare sotto le spoglie più innocenti. Il nostro dovere è di smascherarlo e di puntare l’indice su ognuna delle sue nuove forme – ogni giorno, in ogni parte del mondo».

6 in classifica – Michael Wolff Fuoco e furia. Dentro la Casa Bianca di Donald Trump (Rizzoli, 22€, 374 pagine)

Caso editoriale di inizio anno, ora tradotto anche in italiano, è il racconto del giornalista di Washington sull’ascesa di Trump, ci sono confidenze esclusive raccolte durante la sua campagna elettorale, a cui l’autore ha partecipato da vicino per poterne osservare i minimi dettagli, «come una mosca sul muro». Si svelano retroscena nei rapporti Usa-Russia e tra faide interne, e mentre Trump aveva tentato invano di bloccare il libro Wolff ha sempre confermato che «è tutto vero»; il giornalista politico ed editorialista aveva già scosso l’opinione pubblica con la biografia su Rupert Murdoch, imprenditore televisivo (da lui stesso voluta e poi ripudiata con clamore).

5 in classifica – Fabio Volo Quando tutto inizia (Mondadori, 19€, 180 pagine)

Resta ancora uno dei libri tra i più venduti, questa storia di un amore che sembra che ci capisca senza sforzo, ed è subito incanto. E qui sta anche la forza dell’autore bresciano, che sa colpire e attrarre col suo modo di parlare che sembra diretto proprio a noi, e infatti così accade nello sviluppo della trama. Fino a quando arriverà il momento di chiedersi se le persone che incontriamo servono a capire chi dovremo diventare e se ciò che è importante inizia quando sembra finito tutto.

4 in classifica – Alan Friedman Dieci cose da sapere sull’economia italiana prima che sia troppo tardi  (Newton Compton, 10€, 252 pagine)Come capire i meccanismi che regolano lo Stato e comprendere come funziona l’economia? Qui l’autore ha l’obiettivo di spiegarlo con parole chiare, con cifre e statistiche per provare a leggere e interpretare la nostra società, con alcuni interrogativi come quelli sulla crescita dell’Italia, perché non ci sono più posti di lavoro e perché siamo i più tassati d’Europa.

3 in classifica – Jojo Moyes Sono sempre io  (Mondadori, 19€, 440 pagine)

Attacca la vetta della classifica dei libri più venduti l’ultimo dell’autrice del bestseller del 2014 Io prima di te (da cui è stato tratto anche il film). Louise si trasferisce a New York per lavoro mentre il suo amore Sam è a Londra. I suoi datori di lavoro nascondono un segreto e per lei, in un periodo ricco e confuso di esperienze, arriva un uomo da cui si sente attratta, intanto cominciano i giorni in cui si deve chiedere il perché di tante cose.

2 in classifica – Andrè Aciman Chiamami col tuo nome (Guanda, 17€, 271 pagine)

È tornato alla ribalta grazie al film di Luca Guadagnino, ed è il romanzo dell’autore statunitense, esperto ed appassionato delle opere di Marcel Proust, che inizia vent’anni fa in riviera ligure, in vacanza, col diciassettenne Elio e il neolaureato e giovane americano Oliver, ospite nella casa, che in comune hanno le origini ebraiche ma molte passioni che si svelano poco a poco, come la letteratura, i film e le passeggiate. È un libro sul desiderio e il tempo, sull’estasi e sul tormento di una passione.

1 in classifica – Fred Vargas Il morso della reclusa (Einaudi, 20€, 432 pagine)

In vetta c’è ancora  il noir di Vargas, pseudonimo dell’autrice francese Frédérique Audouin-Rouzeau, con protagonista il commissario Adamsberg costretto ad anticipare il rientro dalle sue vacanze per seguire le indagini su tre omicidi. Apparentemente una serie di circostanze fa pensare ad una serie di incidenti casuali, avvenuti nel sud della Francia e causati dalla reclusa che è una specie particolare di ragno velenoso; il commissario si affiderà all’intuito e alla ricerca approfondita per tentare di risolvere il caso.

7 titoli a caccia di classifica: rivelazioni e novità fresche di stampa

Katharine Graham Le carte segrete del Post. Dai Pentagon Papers al Watergate (Compagnia Editoriale Aliberti, 15,90€, 176 pagine): in queste settimane è in sala la versione cinematografica con Meryl Streep protagonista, e qui è la Graham stessa che, dalla sua autobiografia, racconta quel periodo della storia americana con le conseguenze dei due maggiori scandali della politica dal dopoguerra. La libertà di stampa difende dagli abusi del potere, l’informazione reclama la sua indipendenza e Katharine “Kay” Graham ne racconta il punto di vista dall’interno, il dietro le quinte, quando il Washington Post prima pubblicò prima i Pentagon Papers, le carte segrete sul Vietnam, e successivamente le prove dello scandalo Watergate.

Chiara Gamberale Qualcosa di troppo (Longanesi, 16.90€, 176 pagine): in questo romanzo della brillante scrittrice romana ci sono la Principessa Qualcosa di Troppo e il Cavalier Niente, lei perde la madre e si ritrova con un dolore troppo grande da portare da sola e lui se ne sta a vivere da solo su una montagna sperduta. I due si incontrano e attraverso una trama ricca e creativa Gamberale percorre al contrario la strada del volere una vita da riempire a tutti costi, nella direzione invece del chi siamo e cosa vogliamo dalla vita stessa, difendendoci dal Troppo e facendoci fare pace col Niente.

Francesca Saccà Lettere a un cuore in rinascita (Youcanprint, 12€, 108 pagine): la psicologa e psicoterapeuta mette a disposizione una serie di lettere che aiutano a riconoscere e a combattere le relazioni tossiche, siano esse in ambito sentimentale o familiare e amicale. Ciascuno merita una vita emotiva degna e piena di significato, e se si cade ci si può rialzare, più robusti di prima.

Durian Sukegawa Le ricette della signora Tokue (Einaudi, 18€,184 pagine): il romanzo si ambienta a Tokyo, dove il pasticciere Sentaro prepara tutti i giorni i dorayaki, i tipici dolci giapponesi, poiché ha contratto un debito che non vede l’ora di estinguere, fno al momento in cui arriverà la settantenne Tokue a offrirsi come aiuto pasticciera. Anche se riluttante accetta, e le vendite raddoppiano grazie al suo segreto; i viaggi interiori dei due formeranno un legame profondo, fino all’epilogo, che sarà per Sentaro la più grande lezione di vita.

Francesco Ohazuruike Luca Crippa Maurizio Onnis Negro. La verità è che non potete fare a meno di noi (Piemme, 16.90€, 120 pagine): i negri ci rubano il lavoro, si prendono le case popolari, portano malattie e rubano, ma i numeri dicono tutt’altro, lo conferma anche Confindustria e l’Inps, il made in Italy delle materie prime nelle eccellenze enogastronomiche crollerebbe, eppure è questa una delle più accese battaglie, diventata strumentalizzazione da campagna elettorale, e a raccontarlo meglio di tutti è un “negro” italiano.

Philippe Brenot Laetitia Coryn Sex story. La prima storia del sesso a fumetti (Mondadori Electa, 21€, 204 pagine): un agevole volume per scoprire quando nasce la prima “coppia”, cosa era “proibito” e fino a quando, dove inizia l’erotismo e come la sessualità è vissuta attraverso varie epoche storiche, tutto a fumetti, con tavole che sviluppano i tabù del sesso, alla scoperta anche di comportamenti poco conosciuti di personaggi famosi, da Cleopatra a Michelangelo e Luigi XV.

Alberto Caputo Alice Natoli Tienilo stretto. Segreti per donne irresistibili (Mondadori, 15€, 225 pagine): un manuale scritto dai due psicoterapeuti e psicologi che spiegano come allacciare e sviluppare una relazione, con tutti i trucchi sul sesso e sulla seduzione, con consigli pratici sul piacere, da dare e ricevere, e parecchie informazioni sui sex toys più nuovi da provare, per prendere l’iniziativa e ridisegnare i contorni dei propri desideri.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .