Il Cacciatore La storia vera di un magistrato assetato di giustizia

Tratta dal libro di Alfonso Sabella

Il Cacciatore Lunedì 5 marzo, dopo una iniziale data fissata al 14 febbraio, andrà in onda in su Rai 2 Il Cacciatore , la fiction incentrata sulla lotta alla mafia e tratta al libro “ Cacciatore di mafiosi ” di Alfonso Sabella.

La storia ruota attorno a Saverio Barone, figura ispirata proprio al procuratore Sabella, che lavora ad alcuni tra i casi più pericolosi dei primi anni Novanta e contribuisce all’arresto di diversi pericolosi boss della mafia siciliana come Giovanna BruscaPietro Aglieri, Vito Vitale o Leoluca Bagarella.

Il Cacciatore, diretto da Stefano Lodovichi e Davide Marengo, è interpretato da Francesco Montanari (il “ Libanese ” di Romanzo Criminale), insieme a Roberta Caronia, David Coco, Miriam Dalmazio, Paolo Briguglia, Giada Barone, Edoardo Pesce e Roberto Citran.

Il senso di giustizia

Protagonisti della fiction sono il senso di giustizia e la passione di un giovane uomo disposto a tutto per farla trionfare. La sua è una una personalità complessa e sfaccettata e per inseguire la sua ossessione è disposto persino a sacrificare la propria vita personale: la moglie Giada, la sua famiglia, i suoi amici e la possibilità di avere una vita quieta. Tutte le sue forze vengono spese al servizio dello Stato.

A comporre Il Cacciatore , sono dodici episodi nei quali il protagonista dovrà confrontarsi con la clandestinità, il male della mafia e alcuni tra i mandanti dell’assassino di Giovanni Falcone.

Sullo sfondo ci saranno anche le bombe di Firenze, Bologna e Milano, le stragi di Capaci e Via D’Amelio, il rapimento e l’omicidio del figlio del pentito Santo Di Matteo, che segnò un punto di non ritorno nella storia della mafia siciliana.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .