Libri Novità in circolazione guida ai titoli 21 febbraio

Cinzia Mammoliti, Laura Imai Messina, Wulf Dorn, Maria Serena Sapegno, Fulvio Abbate, Madeleine Bourdouxhe, Nicolai Lilin

Libri NovitàNicolai Lilin Il marchio ribelle (Einaudi, 18.50€, 182 pagine): dall’autore di Educazione siberiana arriva un nuovo libro che ci parla di criminalità, di bande e di codici attraverso i tatuaggi, perché ciascuno ha una sua firma, e perché ognuno vuole raccontare i proprio sogni e la propria storia.

Madeleine Bourdouxhe Marie aspetta Marie (Adelphi, 14€, 145 pagine): è un romanzo intenso e privo di orpelli, riproposto dall’editore dell’autrice belga vissuta a inizio Novecento ma da poco riscoperta, grazie al film La donna di Gilles di Frédéric Fonteyne del 2004. Siamo in Costa Azzurra, Marie incrocia un giovane ragazzo, si fermano, si conoscono, ma lei aspetterà a richiamarlo, se non dopo essere ritornata a Parigi. C’è un marito e questa relazione si pone in maniera diversa, come accadeva in La donna di Gilles «L’annientamento nell’amore: un p o’ la storia di tutte le donne», in questo romanzo la prospettiva cambia, c’è il tempo dei silenzi e del sospendere il tempo stesso.

Fulvio Abbate LOve. Discorso generale sull’amore (La nave di Teseo, 19€, 437 pagine): un po’ romanzo e un po’ trattato, LOve è una specie di discorso sull’amore, dalla sua nascita e dalla sua attesa fino ai protagonisti, la scena, i luoghi e gli oggetti. E poi le parole e le parole non dette, e l’attesa dell’amore, durante cui l’amore resta solo un discorso.

Maria Serena Sapegno Figlie del padre. Passione e autorità nella letteratura occidentale (Feltrinelli, 20€, 250 pagine): la relazione padre-figlia qui è analizzata dalla nota letterata attraverso il senso di ribellione, «In questo libro volgiamo lo sguardo necessariamente indietro, agli archetipi che la modernità rilegge e da cui è ossessionata, per ricostruire la lunga storia che porta fino a noi, in un percorso non omogeneo né evolutivo (…) dopo il Sessantotto le figlie non hanno voluto diventare come la madre e hanno sfidato il padre, di cui hanno messo in discussione tutti i valori». 

Wulf Dorn Incubo (Tea, 12€, 354 pagine): un thrilling con al centro un ragazzo che deve affrontare il trauma della morte di entrambi i genitori nell’incidente da cui è riuscito a sopravvivere. Da quel momento soffre di allucinazioni, andrà a casa di una zia dopo la riabilitazione in ospedale e in quel paesino che lo ospita cominciano a verificarsi strane cose, come la scomparsa di due ragazze che darà il via ad una sequenza di eventi che faranno venir fuori le paure più profonde.

Laura Imai Messina Non oso dire la gioia (Piemme, 18,50€, 402 pagine): Clara ha una storia, un matrimonio e una maternità cercata con determinazione, anche se è sposata ad un uomo che non ama, fino al momento in cui avrà una felicità inaspettata. Marcel ha una vita piatta disegnata da altri per lui, guidata dalla possessività di sua madre e dal legame troppo stretto ed esclusivo con il suo miglior amico fino al giorno in cui arriva una felicità che non osa pronunciare a voce alta. Momoko ha un segreto profondo e una storia tutta da ribaltare e ci riuscirà con un modo diverso di amare e di insegnare ad amare.

Cinzia Mammoliti Nella trappola di uno psicopatico. Una storia di manipolazione affettiva (Sonda, 15€, 127 pagine): é una storia di una donna che finisce nella rete della persona sbagliata, ed è una sorta di manuale di self-help, in cui ci si può identificare se almeno una volta si è incappati in un amore sbagliato, ed è un testo dedicato anche a chi ha conosciuto una donna che sia stata manipolata e che abbia voglia di provare a capirne il perché.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .