A La Confessione Anna Mazzamauro su Enrico Brignano

Non è stato Enrico Brignano a picchiarmi sul set di ‘ Poveri, ma ricchi ‘

La Confessione No, non è stato Enrico Brignano a picchiarmi sul set di ‘Poveri, ma ricchi’”. Anna Mazzamauro, indimenticabile signorina Silvani, consegna, per la prima volta, la sua verità a Peter Gomez nel corso de La Confessione che andrà in onda sul canale NOVE Questa sera alle 23.00.

Dopo un fuoco incrociato di interviste accusatorie, i social avevano individuato in Enrico Brignano il “ colpevole ” delle botte. L’attrice spiega a La Confessione cosa accadde sul set: ” Siccome, senza volerlo, ho accavallato una mia battuta su quella di un altro attore, sono stata strattonata con tanta forza che si è spostato il menisco dell’orecchio “.

Peter Gomez “Ha subito un danno permanente?”

Sì, una lesione molto grave”. L’attrice punta il dito contro i collaboratori sul set del film di Brizzi che le hanno chiesto di mettere tutto a tacere: “Queste oche del Campidoglio starnazzavano per annunciare a Roma che stava per arrivare il barbaro”, lascia intendere la Mazzamauro. Inoltre, “la produzione ha messo tutto a tacere, quella stessa produzione che quando è scoppiato lo scandalo Brizzi, ha lasciato che lo si dipingesse come un mostro”.

Peter Gomez “Ma insomma ci dica chi è stato a maltrattarla signora Mazzamauro”, torna a chiedere Gomez. “E allora, lei signor Gomez, mi lasci parlare…”. Nella stessa intervista a La Confessione, la Mazzamauro parlerà anche del rapporto ambivalente avuto con Paolo Villaggio nel corso della sua lunga carriera.

La Confessione sarà disponibile anche su Dplay sul sito www.it.dplay.com . NOVE è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .