Una riflessione alla luce delle polemiche su Quentin Tarantino e Woody Allen

Quando possiamo goderci un film senza sentirci in colpa per chi ne è l’autore?

TarantinoAnche Quentin Tarantino è finito nella rete degli scandali per molestie. Nulla di sessuale, per ora, ma dopo una intervista rilasciata al New York Times da Uma Thurman, sua ex e protagonista del film Kill Bill, dove ha raccontato che Quentin avrebbe abusato di lui sul set e l’avrebbe costretta a girare una scena pericolosa (tra le altre cose, perchè la notizia principale dell’intervista era che Weinstein aveva abusato sessualmente anche di lei), molti si sono scoperti odiatori di Tarantino e hanno scoperto oggi che il suo cinema è pessimo.
 

Giuro non capisco, allora cerchiamo di capire insieme

 
Oggi, ripeto, oggi, Tarantino è uno stronzo per le cose che ha detto Uma Thurman, nell’ordine, 1) è stata costretta a guidare una macchina non in sicurezza con la quale si è schiantata 2) le ha sputato in faccia e 3) l’ha strangolata sul set di Kill Bill.
Bene. Il giorno dopo questa intervista al Times esce la reazione sia di Uma e sia di Tarantino e le cose cambiano leggermente. Nell’ordine 1) Uma ringrazia Quentin di essere stato lui a darle il filmato dello schianto, mentre tutta la produzione ha sempre voluto insabbiare la cosa (tra cui Harvey Weinstein). Non è stata costretta a girare la sequenza a quanto pare, ma fu convinta da Quentin a farla, perchè di lui si fidava e perchè era stata fatto (nella direzione opposta) dallo stesso Tarantino. Sembrava una cosa normale ma, come tutti gli incidenti, è successo qualcosa di anomalo e la macchina è andata fuori strada. Brutto incidente, succede, succede su ogni set. Poteva essere evitato? Si. C’è stata costrizione? Non direi.
2) e 3) Le ha sputato in faccia e l’ha strangolata lui direttamente perchè, dice Tarantino, è una cosa che doveva fare lui. Lui sapeva come voleva la scena e lui era più in confidenza con Uma (più di Michael Madsen, l’attore che avrebbe dovuto sputare). Doveva chiederlo a uno della troupe di sputarle in faccia (sai l’imbarazzao dell’assistente, come dice Quentin) o di strozzarla (era tutto in sicurezza, Tarantino sapeva fin dove potersi spingere.
 
Anche qui, doveva farlo uno stagista sul set? O una donna? Cambiava se a farlo fosse stata una donna?
 
Quindi qui, dato che le due parti sono anche d’accordo e non c’è nulla di eclatante, è un film, non capisco la polemica, tanto meno la presa di distanza da un artista/autore.
 
Allora mettiamo che il problema sia la scena in se. Una donna strozzata e sputata in faccia. D’accordo. Premesso che non mi bevo la “è un film sull’emancipazione di una donna forte” etc… perchè è vero ma solo fino a un certo punto e questo punto, è il genere cinematografico di Kill Bill, ovvero l’exploitation, genere prettamente per maschioni, bisogna analizzare la scelta e le scene.
Chi le sputa in faccia? Un cattivo. Perchè? Perchè è un super cattivone. A cosa serve la scena? A farci arrabbiare verso il cattivo, così saremo ancora più partecipi della vendetta di Beatrix.
Chi la strozza? Una cattiva, la cattiva di quel “livello”, in gergo da videogioco. Perchè? Perchè è al centro di una scena di combattimento. A cosa serve la scena? Vediamo beatrix in difficoltà ma poi la vediamo trionfare. Colpo di scena etc… Come nel wrestling.
Beatrix è una dura, una guerriera che combatte e che è stata massacrata da un gruppo di cattivi, uomini e donne.
 
E fin qui… è un film violento, con scene violente, con una vendetta insita, con cattivi e un eroina. Che c’è di male? E’ come lamentarsi di un film sci-fi perchè vanno nello spazio.
 
Non capisco poi queste prese di posizione postume riguardo tante opere. Considero X un genio, adoro i suoi film. Poi esce che è uno stronzo. Odio quei film, fanno schifo, è un idiota.
Ma sappiamo scindere l’opera e l’artista dalla persona? O ancora, mettiamo che essendo lui uno che odia le donne e le maltratta, le considera spazzatura, mette questa filosofia di vita nei suoi film. Mettiamo che sia così. Quindi dovrei prendere le distanze dal regista perchè l’autore collima con la persona?
 

Ma Tarantino/Kill Bill in che modo vedrebbero la donna svilita, calpestata e inferiore (vince su tutti alla fine…)?

 
Non sono Tarantino, ne devo difenderlo, ne ne ha bisogno. Ma svegliarsi oggi, OGGI, e scoprire che Tarantino e Allen fanno schifo, pardon, il loro cinema fa schifo alla luce di quello che sta trapelando è ridicolo. Se non sapessi che Kill Bill o Io e Annie non sono di Tarantino o di Allen ma di due nomi a caso, allora potrei godermeli? Quando posso godermi un film? Dopo che ho conosciuto in tutto e per tutto il regista?

Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .