Japan I love you Butterfly sbarca a Varese con Silvia Priori

La serata di San Valentino dedicata al paese del Sol Levante al teatro Apollonio/Openjobmetis

Butterfly Mercoledì 14 febbraio 2018 alle ore 21, si alzerà il sipario nella città di Varese su Butterfly al teatro Apollonio/Openjobmetis nella versione del Teatro Blu di Silvia Priori. «Con la regia di Kuniaki Ida e la collaborazione alla regia di Roberto Gerbolès penderà vita una narrazione in Opera giapponese tratta da uno studio di David Belasco» spiega Silvia Priori, attrice varesina, interprete e autrice del testo dello spettacolo sostenuto dalla Fondazione Comunitaria per il Varesotto. «È una storia d’amore giapponese. Una delle storie d’amore più profonde che mai siano state concepite. Amore sensuale, erotico ma sublime. La protagonista è una geisha, un’artista del mondo che fluttua, canta, danza e intrattiene».

La performance artistica fa parte di una trilogia che Teatro Blu, diretto da Priori, ha chiamato “Teatro Opera” ed ha dedicato all’amore percepito dal punto di vista femminile. «Butterfly è stato il primo passo, seguito da Carmen e da Traviata che stiamo portando un po’ in tutta Europa». Gli artisti coinvolti, infatti, sono reduci da una tournèe in 7 stati comunitari e hanno toccato diverse citta da Vienna a Berna e Nizza, da Trieste a Torino.

La finalità di Teatro Opera è quella di creare ponte tra teatro e opera lirica

«In particolare continua Silvia Priori desideriamo far conoscere a giovani e meno giovani la grandiosità e la bellezza dell’opera lirica, patrimonio italiano, spesso sconosciuto ai giovani nonostante i testi siano di grandissima attualità e di forte spessore e densi di significati umani».  Per farlo il teatro si contamina con altre arti e diversi stili. «In questo caso ci sono i tamburi giapponesi del Gruppo Kotoji, il canto con la partecipazione della soprano Kaoru Saito, le musiche di Robert Gorick, le scene di Luigi Bello, costumi di Sartoria BianchiMilano e Vittoria Papaleo, la danza e le arti visive».


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .