Diane Keaton difende Woody Allen “È mio amico, gli credo”

Ha preso le difese dell’amico storico e ex compagno, dopo la pioggia di critiche e attori e attrici che hanno preso le distanze

Woody AllenNon è un periodo felicissimo per Woody Allen . Il suo ultimo film, Wonder Wheel, nonostante sia stato lodato dalla critica, abbia una fotografia meravigliosa di Storaro e sia uno dei suoi migliori film degli ultimi 10 anni, non è stato minimamente preso in considerazione per i premi Oscar. Mentre il protagonista del suo prossimo film, A rainy day in New YorkTimothée Chalamet (Chiamami con tuo nome, Lady Bird) ha deciso, come prima di lui tanti altri attori, di prendere le distanze dal regista, scusarsi con le vittime di molestie sessuali e devolvere tutto il suo stipendio ad una organizzazione no profit per la difesa delle donne abusate. Anche Kate Winslet ha preso le distanze dal regista, ultima di una lunga serie di star come Colin Firth, Mira Sorvino e Greta Gerwig.

In tutto questo marasma e accuse, Woody Allen ha scoperto di avere due grandi amici. Uno è Alec Baldwin, che ha deciso pubblicamente di difendere il regista con cui ha lavorato diverse volte in passato, e l’altra è la storica amica ed ex compagna, Diane Keaton, una cui risposta era attesa da tanto tempo. “Woody Allen è mio amico e io continuo a credergli” ha scritto in un tweet secco. Ed inoltre consiglia a tutti una cosa. “Potrebbe essere interessante riguardare l’intervista a 60 Minutes“.

Le sue parole

Nell’intervista Woody Allen disse “È stato costruito un caso su qualcosa di mai accaduto. Non si parla nemmeno di esagerare: non siamo nella situazione in cui io ho fatto del male a mia figlia e qualcuno sta provando a ingigantire la cosa, no, stiamo parlando di una cosa mai accaduta. Sono stati buttati milioni per esperti, avvocati, psicologi perché indagassero sul niente“. Continua poi “Dylan (Farrow) è stata indotta a raccontare questa storia. Qualche settimana prima che l’accusa venisse fuori, in una discussione telefonica, Mia mi disse: ho in mente qualcosa di orribile per te. Hai preso mia figlia e io prenderò la tua“.

A chi credete voi?


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .