Treni che sicurezza ?

E poi ‘Ndrangheta, Giornata della Memoria e il maxi conto veneto nel Settimanale della Tgr

TreniStretti come sardine, provati dai numerosi ritardi o dalle corse che saltano. La vita dei pendolari che usufruiscono dei treni regionali – in Italia quasi 3 milioni di persone ogni giorno – è difficile, stressante e irta di contrattempi. Giovedì 25 gennaio, con la tragedia di Pioltello, si è aggiunta una variabile in più: la sicurezza. Se ne parla nel Settimanale della Tgr, in onda oggi alle 12.25 su Rai3.

Oltre ai treni in primo piano anche le vacche sacre” della ‘Ndrangheta calabrese, animali che pascolano dove vogliono, intoccabili; e il caso di un abitante di Campobasso al quale ogni anno arriva l’avviso di pagamento del bollo auto per la sua ex automobile rottamata 23 anni fa.

Giornata della Memoria

Obiettivo, inoltre, sulla Giornata della Memoria, con un’intervista Bruno Segre che si salvò dalla persecuzione nazista e oggi, a 100 anni, è direttore del periodico l’Incontro ,fondato nel 1949.

E il maxi-conto veneziano ai danni dei turisti giapponesi

Tra gli altri servizi, la storia del maxi-conto veneziano da oltre mille euro fatto pagare a quattro giovani turisti giapponesi per quattro bistecche, una frittura, vino e servizio; un viaggio tra i 227 i borghi italiani premiati quest’anno con le bandiere arancioni del Touring club; e la rinascita del cinema Fulgor a Rimini, dove Fellini a sei anni venne conquistato dalla magia del cinema vedendo le immagini del film Maciste all’Inferno.


Le foto presenti su Stravizzi.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla nostra redazione italiana - indirizzo e-mail redazione@stravizzi.it, che provvederà prontamente alla loro rimozione .